ISS Daily Report – Lunedì 19 Ottobre 2009

ISS Daily Report  Lunedì 19 Ottobre 2009

Oggi sono iniziati i lavori di trasferimento dei rifornimenti dal nuovo cargo 35P, di cui si sono occupati Romanenko e Suraev. Contemporanenamente, sono stati installati i vari dispositivi di monitoraggio per permettere tramite la telemetria di bordo, di tenere sotto controllo la stiva e la stessa Progress. Non solo, il controllo e comando si estende anche ai motori che possono essere utilizzati per le eventuali correzioni di assetto.

Nicole e Thirsk hanno portato avanti un’altra sessione di lavoro al nuovo Rack FIR (Fluids Integrated Rack, loc. LAB1S4) anche lui dotato del sofisticato ARIS (Active Rack Isolation System). Per poter procedere hanno dovuto fare spazio, rimuovendo temporaneamente CEVIS (ciclo) il TOCA (Total Organic Carbon Analyzer) e il suo contenitore EDV, questo, per permettere di ruotare l’intero Rack e procedere con i vari step di configurazione.

Jeff Williams ha portato avanti il troubleshooting per far fronte alla anomalia di MELFI-2, ripulendo e provando a sconnettere e riconnettere gli spinotti alla scheda elettronica. DeWinne aveva già fatto un primo tentativo sostituendo la scheda elettronica ma senza successo. Inoltre DeWinne aveva dovuto intervenire anche su una perdita del liquido refrigerante da uno dei connettori QD, che si era inceppato.

Williams e lo stesso DeWinne hanno lavorato per parecchie ore, avanti e indietro tra HTV e Kibo con rifornimenti in ingresso e materiale in “uscita”, lo scopo e permettere di arrivare in tempo con l’appuntamento della data di partenza del 30 Ottobre. Si sono poi consultati in riunione con il team di Terra che segue le operazioni HTV, infatti sembra che sia permesso un carico di rientro massimo di 787 Kg e al momento sono arrivati a stivare fino a 725 Kg di materiale da eliminare. Tra l’altro, il materiale Russo di scarto era stato inizialmente previsto a 50 Kg ma è rapidamente salito fino a 160 Kg, e ce ne sarebbe altro da aggiungere. JAXA sta quindi valutando se c’è ulteriore margine, anche perchè gli ultimi cambiamenti hanno costretto il team di volo di HTV di ricalcolare (in modo preciso) più di un centinaio di parametri, per permettere al sistema di guida e navigazione di allontanarsi dalla Stazione in modo corretto.

Romanenko da parte sua, ha eseguito un aggiornamento del Laptop dedicato alle simulazioni ed esercitazioni TORU, con una nuova versione software sviluppato per la nuova avionica digitale delle Progress e Progress M-MRM2.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.