ISS Daily Report – Venerdì 04 Settembre 2009

ISS Daily Report  Venerdì 04 Settembre 2009

STS-128, Flight Day 8 e … mezza giornata di riposo per l’equipaggio

Mike Barrat ha lavorato nel Nodo-2 per installare un cavo di alimentazione dell’area del vestibolo, assicurandosi che non vada ad interferire con il meccanismo CBM (Common Berthing Mechanism) per l’attracco dei moduli, che è lo stesso che ha uno dei 16 attuatori di serraggio, in anomalia.

Dopo le verifiche preliminari di fine Agosto, si è ripreso il lavoro con OGS (il generatore di Ossigeno) accedendo alla parte posteriore del rack (dopo aver “spento” ALTEA) e supportando gli specialisti di Terra alla calibrazione di un sensore di pressione e allestendo l’attrezzatrura per la documentazione video.

Ora di pranzo di un’oretta a partire dalle 7:30 pm –
Dopo aver pranzato tutto l’equipaggio al gran completo si è riunito nel modulo SM per la posa di rito davanti alla macchina fotografica. Subito dopo, si sono collegati in conferenza con i media presenti presso i centri NASA in US, con quello canadese della agenzia CSA in Quebec e con Stoccolma per i media europei. Ogni gruppo ha avuto a disposizione circa 12 min per intervistare gli astronauti.

Thirsk ha quindi iniziato la preparazione dell’importante operazione IFM (Inflight Maintenance) che prevede la sostituzione del bullone motorizzato (attuatore) del gruppo 4-1 con un ricambio nuovo. Sono state previste circa 5 ore di lavoro per Thirsk e Kopra, domani 05/09. Dettagliate procedure verrnno trasmesse durante il periodo di sonno. Successivamente alla sostituzione è previsto l’uso dell’unità CPA (ce ne sono 4, ogni Controller gestisce 4 bulloni motorizzati, più altri asservimenti) per le verifiche della coppia torcente e collaudo finale.

In ogni caso anche oggi è stato riservato dell’altro tempo per il trasferimento di materiale da MPLM alla ISS, se ne sono accupati Forrester e Hernandez.

DeWinne e Mike Barratt hanno studiato le procedure operative inviate da Terra, per l’intervento di domani 05/09 che prevede la sostituzione dell’inlet screen (che è una sorta di filtro integrato in dado filettato, che funge da ispezione) della “Water ORU” (Orbit Replaceable Unit) smontata di recente da OGS e sostituita con un ricambio nuovo. L’intervento prevede anche: la rimozione di un connettore QD, l’allentamento di alcuni collettori e la loro pulizia prima di riassemblare il tutto. L’intento di questa IFM sul un pezzo smontato ma ancora integro, è quello di recuperare una unità usata (ma comunque non danneggiata dato che la causa della anomalia era un blocco sull’inlet screen) da conservare come ricambio d’emergenza.

EVA-3
per il campout si preparano Danny Olivas (EV1) e Christer Fuglesang (EV3).
Prima di andare a dormire Padalka e gli altri componenti che saranno attivi durante EVA-3 hanno affrontato una dettagliata analisi dei task previsti per l’attività extraveicolare.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.