ISS Daily Report – Lunedì 21 Settembre 2009

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

ISS Daily Report  Lunedì 21 Settembre 2009

Il cargo Progress M67/34P ha lasciato la Stazione, allontanandosi dal boccaporto di poppa del modulo SM alle 3:25 am EDT. Come si diceva, prima di deorbitare resterà in volo per parecchi giorni a supporto dell’esperimento che riguarda l’osservazione del Plasma. Il rientro distruttivo in atmosfera è previsto per il giorno 27/09.

Nicole Stott ha eseguito il periodico controllo del livello sonoro, con una 50na di letture eseguite in più parti del segmento US e che stavolta ha compreso anche tre punti di lettura all’interno di HTV.

Romanenko, Thirsk e DeWinne hanno svolto per più di un’ora una speciale esercitazione, seguita da una dettagliata discussione con il team a Terra. Lo scopo era di preparare l’equipaggio di Soyuz TMA-15 a diventare la squadra di reazione primaria in caso di emergenza. L’equipaggio di TMA-14 non ha partecipato lasciando tutte le operazioni di emergenza primarie (nell’esercitazione) a TMA-15. In questo caso si ipotizzava una TMA-16 ormeggiata a poppa del modulo SM con l’equipaggio che monitorava la situazione, lasciando appunto operare la quadra primaria. Si tratta di un nuovo modo di gestire eventuali emergenze.

Padalka si è dedicato poi all’attività, specifica per i cosmonauti russi, che per abituare il corpo alla gravità dopo lunga permanenza nello Spazio, ci si esercita con una speciale tuta (chibis suit) .

Mike Barratt, Thirsk e la Stott hanno speso ognuno un paio d’ore nelle attività di trasferimento rifornimenti da HTV.

Frank DeWinne, si è dedicato alla preparazione della sua dieta SOLO (Sodium Loading in Microgravity) che prevede una serie di diete calibrate e registrate, con frequenti misure della massa corporea e prelievi di urine e sangue. Background: ci si è sempre chiesti se fosse un aumento del flusso di urina, la causa principale della riduzione di massa corporea. Si è osservato in diverse missioni che il flusso di urina e i liquidi corporei restano invariati se si attua una dieta isocalorica (ripartizione uguale dei macronutrienti, 33% di proteine, 33% di carbo e 33% di grassi). Tuttavia in alcune missioni congiunte Europa/Russia (1994 & 1997) in due astronauti il meccanisco ormonale che regola la pressione sanguigna si era considerevolmente attivato, mentre si era verificata una diminuzione della concentrazione di plasma ANP. All’epoca, un dosaggio calcolato di Sodio nell’arco di 15 gg. aveva ottenuto un risultato straordinario sul riequilibrio dell’organismo. SOLO è quindi una sperimentazione più accurata e articolata, per esplorare questa soluzione.

Strategia per MRM-2:
per l’ormeggio del mini modulo di ricerca Russo MRM-2 prevista per il 12 Nov, l’altitudine della Stazione deve essere abbassata. Per ottenere ciò, si agirà sull’inclinazione dei pannelli solari per una maggiore “resistenza” sulla traiettoria orbitale. Come ulteriore resistenza al moto, potrebbe essere usato, agendo in modo adeguato, il SARJ (Solar Alpha Rotary Joint). Successivamente sarà necessario un reboost per recuperare l’altitudine originale, ma questo potrà essere eseguito dallo Shuttle Atlantis che il quel periodo sarà attraccato alla ISS.
La Stazione in versione “Night Glider” per effettuare la riduzione della resistenza aerodinamica, variando adeguatamente le geometrie, è una pratica in uso fin dai primi giorni della ISS.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.