La sonda WISE assemblata e in preparazione per il lancio

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

La sonda Wide-field Infrared Survey Explorer, o WISE (acronimo che in italiano si traduce come Saggio, Giudizioso), è stata assemblata e si trova ora nelle fasi finali di preparazione in vista del lancio previsto per il prossimo 1 Novembre alla Base di Vandenberg, in California, per mezzo di un razzo Delta-II.

WISE ha come missione l’esame dell’intera volta celeste nelle lunghezze d’onda dell’infrarosso. Tale sonda fornirà uno studio nelle lunghezze d’onda da 3 a 25 μm con incremento della sensibilità valutato circa 500.000 volte la sensibilità di COBE/DIRBE e 500 volte quello d’IRAS.

Gli obiettivi primari della missione sono:
-Cercare le più luminose galassie nell'universo.
-Ricercare la presenza di stelle più vicine al Sole.
-Rilevare la maggior parte gli asteroidi della fascia principale delle dimensioni superiori a 3 km.
-Fornire un’importante fonte di dati per il catalogo JWST.

Lo strumento principale è un telescopio di 40 centimetri (16-inch) di diametro corredato da quattro telecamere ad infrarossi.
Un sistema criostatico (con vita prevista di sette mesi), ottenuto per mezzo di vapori d’idrogeno allo stato solido, refrigera i rilevatori sensibili alle radiazioni infrarosse a sette Gradi Kelvin (meno 447 gradi Fahrenheit). Tale telescopio è stato costruito da Space Dynamics Laboratory di Logan, Utah.

La sonda sarà posizionata in un’orbita circolare posta a 500 km d’altezza sincrona col sole; dopo un mese di test di funzionalità avverrà l’avvio della missione operativa che è prevista della durata di sei mesi.
La particolare orbita polare farà sì che in sei mesi la sonda abbia rilevato l’intera volta celeste e che vi siano due passaggi per regione in modo da valutare anche cosa possa essersi modificato.

Lo strumento elettronico della sonda catturerà un’immagine delle dimensioni 3 volte più grandi della Luna piena, ogni 11 secondi. Ogni immagine avrà un megapixel in ciascuna delle quattro diverse lunghezze d'onda che vanno da 5 a 35 micron.
Alla fine della missione è previsto che WISE abbia catturato circa 1.500.000 immagini.
Tutti i dati di WISE saranno inviati 4 volte al giorno satellite TDRSS per mezzo d’antenna “Ku-Band” alla velocità di 120Mbs e quindi inviate a terra al White Sands Ground Terminal, sempre in Ku-Band.

Fra i vari compititi della missione vi è la ricerca delle stelle cosiddette Nane Marroni e in particolare quelle con temperatura di 480 gradi Celsius (900 gradi Fahrenheit), un gruppo di stelle di cui sono conosciute solo nove in tutta la galassia.
I ricercatori presumono che tale gruppo di stelle possa anche trovarsi più vicino al Sole di Proxima Centauri.

WISE dovrebbe anche rilevare asteroidi che non riflettono più luce visibile ma evidenziabili dal calore in luce infrarossa.

Qui il [url=http://wise.ssl.berkeley.edu/documents/FactSheet.2009.4.23_v4_web.pdf] Fact Sheet [/url]

prima immagine (fonte NASA/JPL) la sonda in preparazione
seconda immagine (fonte JPL) lo schema delle orbite