ISS Daily Report – Giovedì 18 Giugno 2009

ISS Daily Report  Giovedì 18 Giugno 2009

Padalka ha eseguito la manutenzione periodica, dell’apparato di rimozione impurità Russo BMP, iniziando un ciclo di pulizia del letto assorbente attraverso il sistema di rigenerazione.

Romanenko e Padalka hanno riservato circa 3 ore per equipaggiare il modulo SM con strumenti e cablaggi che serviranno per il collegamento e controllo del mini modulo MRM-2.

Koichi Wakata ha portato avanti un’altra ispezione/manutenzione della attrezzatura ARED con l’aiuto di Mike  Barratt, in seguito hanno rivolto la loro attenzione al VIS perchè nella giornata di ieri, una delle due molle non risultava in sede. Le funzione delle molle è quello di riportatre il VIS nella posizione neutra. Al momento ARED è dichiarato temporaneamente “non operativo”, ma in questa operazione si cercava di risistemare il tutto.

Wakata ha poi configurato il FSS  (Fluid Servicing System) dopo che ieri non era stato possibile eseguire la InFlight Maintenance. Il riempimento di fluido fresco nei circuiti di raffreddamento del Columbus, US Lab e di Kibo è stato rimandato alla prossima settimana.
Sempre Wakata dopo aver attivato l’apposito laptop EPM (European Physiology Module) ha eseguito una breve sessione dell’esperimento ESA chiamato CARD (Long Term Microgravity: A Model for Investigating Mechanisms of Heart Disease). L’esperimento si deve perchè è stato osservato che la mancanza di peso in Orbita, genera  un aumento  della portata cardiaca e un abbassamento della pressione sanguigna (causata dalla dilatazione delle arterie) a fronte di un aumento dell’attività del sistema nervoso simpatico (che solitamente restringe le arterie). L’esperimento CARD si propone di esaminare tali effetti, allo scopo di fornire un quadro approfondito di come il sistema circolatorio si modifica nel corso di un periodo prolungato in assenza di gravità. I protocolli dell’esperimento richiedo la raccolta di campioni di sangue e di urine e di 5 controlli della pressione sanguigna.

Aggiornamento TVM:
dopo una serie di verifiche, viene confermato la piena operatività delle TVM Terminal Computer, dopo che ieri era stata montata una nuova unità. Al momento tutto funziona nominalmente.

Aggiornamento ERNObox:
Il troubleshooting di ieri, eseguito da DeWinne ha avuto successo, e al momento con il nuovo software, tutto sta funzionando al meglio.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.