Opportunity e Spirit update

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

sols 1852-1858, 19-25  Marzo 2009

Spirit compie progressi a ovest della Home Plate. Dopo aver attraversato un tratto problematico per via di alcune rocce, Spirit è avanzato di 13,8 metri il Sol 1854 (21/03) e la guida successiva, nel Sol 1856 (23/03), ha segnato un nuovo record di percorrenza con cinque ruote motrici. Spirit si è mosso di 25,82 metri, battendo di un metro il record precedente. Spirit ha compiuto un altra guida di 12,9 metri nel Sol 1858 (25/03).

Al Sol 1858 la produzione di energia dei pannelli solari di Spirit ammonta a  233 Watt/ora. L'opacità atmosferica (tau) rimane elevata a 1,15. Il fattore polvere è 0,309, il che significa che il 30,9% della luce che colpisce i pannelli penetra lo strato di polvere accumulato sopra i pannelli.Il rover è in buone condizioni, nonostante le cattive condizioni del cielo.

sols 1831-1837  19-25  Marzo 2009

Opportunity rimane posizionato sopra un affioramento di rocce, continuando “in situ” la campagna sceintifica con il suo braccio robotico (IDD).

Nel  Sol 1832 (20/03) lo Strumento per l'Abrasione delle Rocce (RAT) ha completato la prima parte della fase di “grattamento” delle rocce. Usando un nuovo sistema al posto del non funzionante RAT Z-encoder, il RAT è riuscito ad compiere con successo la “scansione di ricerca” (seek-scan) della superficie della roccia, e il sol successivo ha iniziato la sua opera di abrasione. Il Microscopic imager (MI) ha documentato l'abrasione. Lo Spettrometro Mössbauer (MB) è stato piazzato sopra la polvere abrasa e ha compiuto uno studio durato diversi sols. Durante il Sol 1836 (24/03) lo Spettrometro a Particelle Alpha e raggi X (APXS) è stato posizionato sopra l'area di studio per individuarne la composizione elementare. Nel Sol 1837 (25/03) un altra “scansione di ricerca”  del RAT è stata effettuata per preparare il prossimo scavo.

Al Sol 1837  la produzione di energia dei pannelli solari di Opportunity ammonta a  336 Watt/ora. L'opacità atmosferica (tau) rimane elevata a 1,145. Il fattore polvere è 0,497, il che significa che il 49,7% della luce che colpisce i pannelli penetra lo strato di polvere accumulato sopra i pannelli.Il rover è in buona salute.

Marco Zambianchi

Spacecraft Analyst per la missione Gaia presso ESA/ESOC, è fondatore di ForumAstronautico.it, e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.