ISS Daily Report – Lunedì 30 Marzo 2009

ISS Daily Report – Lunedì  30 Marzo 2009

Terzo giorno della congiunta missione Exp18/19

Mike FINCKE ha terminato la sua seconda sessione con l'esperimento CCIS ( (Cardiovascular & Cerebrovascular Control on Return from ISS) raccogliendo i dati delle ultime 24 ore relativi alla frequenza cardiaca. Nella foto QUI è ritratto Clay Anderson (Exp.15) con il lettore Actiwatch e computer, durante la configurazione del CCIS.

Dopo aver predisposto l'attrezzatura Video, Dott. Barratt e Wakata hanno completato le procedure per il controllo della pressione sanguigna e dell'ECG (elettrocardiogramma). Controlli programmati, per essere eseguiti durante gli esercizi fisici con la “cyclette” CEVIS.

Inoltre FINCKE ha supportato gli specialisti a Terra per parecchi test con il GPS, per simulare l'attracco di HTV che averrà sotto il controllo di SSIPC il centro controllo giapponese di base a Tsukuba. Quando l'HTV si avvicinerà alla ISS, l'antenna esterna PROX (da Proximity Communication System) che contiene il ricevitore GPS inizierà a comunicare con HTV, inviandogli posizione e velocità orbitale della ISS. Nello stesso tempo HTV trasmetterà i suoi dati al PROX (che potrà inoltre re-indirizzare ad HTV anche i comandi mandati direttamente da Terra).

Fincke, come affiancamento per le prossime attività di routine a Barratt, hanno eseguito il periodico controllo delle guarnizioni di tenuta dei boccaporti, utilizzando un aspirapolvere e vari altri attrezzi. Hanno controllato tutte le tenute dei boccaporti dal NODO-1 in su, verso il segmento americano.

Nel segmento Russo invece, Yuri ha lavorato alla rimozione di due moduli NPM del sistema di navigazione satellitare ASN-M (che è l'equivalente Russo del sistema GPS. Poi, Yuri con Gennady Pedalka hanno completato le procedure e i controlli di comunicazione tra TMA-13/17S e la TMA-14/18S, utilizzando tutte le possibili varietà di comunicazione (S-band; VHF-2 & VHF-1 etc. etc.).
Su autorizzazione di Mosca, Gennady Padalka ha dato una “rinfrescatina” l'atmosfera della ISS, immettendo Ossigeno prelevato dallo stock, della Progress M-66.

In JPM, Wakata prendeva confidenza RLT (Robotic Laptop) attivando ed esercitandosi con il software DOUG per il controllo del braccio robotico giapponese JEMRMS.

Charles Simonyi: in aggiunta alle attività illustrate ieri, oggi ha avuto tre collegamenti con l'attrezzatura radio amatoriale.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.