ISS Daily Report – Martedì 14 Aprile 2009

ISS Daily Report – Martedì 14 Aprile 2009

Wakata in questa giornata si è dedicato ad un intervento di IFM (Inflight Maintenance) all'interno di Destiny (US Lab) rimuovendo e sostituendo un unità RPCM, cioè un Remote Power Controller Module, che è posizionato all'interno del Rack 3 per l'avionica. Tra l'altro per avere uno spazio sufficiente per la “manovra” è stato allungato il tempo di intervento per togliere e sostituire a sua volta, la cabina del WHC (Waste & Hygiene Compartment).

Successivamente, dopo aver chiuso il portello del CBEF (Cell Biology Experiment Facility) per guadagnare dello spazio nel Laboratorio Kibo, Wakata ha predisposto 2 camcorders HD ed eseguito un esperimento educativo per JAXA. L'esperimento chiamato SPACE CLOTHES (indumenti spaziali) è diviso in due parti. Questo esperimento ha lo scopo di verificare di quanto, gli indumenti, possono limitare i movimenti in microgravità.
Koichi ha inoltre testato una nuova linea di indumenti sviluppata da JAXA, presso la Japan Women's University in Tokyo (una istituzione con oltre un secolo di Storia) che ha confezionato gli abiti con un tessuto antibatterico e antiodore. Oltre al “controllo” degli odori questi indumenti sono progettati per assorbire acqua, per isolare il corpo ed asciugarlo rapidamente. Non solo, il tessuto ha capacità antistatiche e ininfiammabili. Non è la prima volta che vengono usati, dato che il suo collega Takao Doi, li aveva già testati su di un volo Shuttle.

Nel US Lab nel frattempo Mike Barratt ha temporanemente richiuso l'attrezzatura CEVIS (la cyclette ergonomica) ed ha poi disposto per il payload AgCam, aiutandosi con gli specialisti a Terra. Agcam, sta per “Agricultural Camera” è verrà utilizzata per riprese alla luce visibile e all'infrarosso di estese aree verdi, principalmente: coltivazioni, boschi, praterie, terreni erbosi, foreste e paludi.

Gennady Padalka ha speso un paio d'ore per sostituire i cavi e connettori ombelicali delle nuove tute Orlan-MK.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.