ISS Daily Report – Lunedì 13 Aprile 2009

ISS Daily Report – Lunedì 13 Aprile 2009

Con Mike Barratt nella sua prima occasione di CMO (Crew Medical Officier), Padalka si è sottoposto al periodico PHS (Periodic Health Status) che non prevede esami del sangue. Successivamente è toccato a Mike Barratt diventare il soggetto con Koichi nel ruolo di CMO. Questo controllo PHS usa il dispositivo AMP (Ambulatory Medical Pack), lo stetoscopio, termometro (per cavo orale) e l'ABPC (Automatic Blood Pressure Cuff).
Poi, tutti i dati vengono inseriti nel MEC (Mediacl Equipment Computer), da notare che gli esami PHS sono guidati da uno speciale software IFEP (In-Flight Examination Program) installato a bordo del laptop MEC.

Mike ha inoltre effettuato una sessione con WinSCAT (Spaceflight Cognitive Assessment Tool for Windows) dell'esperimento MedOps (Medical Operations), collegandosi sempre al Laptop MEC ed effettuando un esercizio di valutazione psicologico.
L'applicazione WinSCAT prevede test di abilità cognitive, da eseguire ogni mese prima o dopo il check PHS o dietro richiesta del Comandante di bordo o dei medici preposti nei confronti di tutto l'equipaggio. I test prevedono una serie di verifiche che valutano la cognizione, la concentrazione, la memoria verbale, l'attenzione, la memoria a breve termine, la percezione dello spazio e delle capacità matematiche.

L'obiettivo generale di questi progetti, è perseguire le migliori procedure di prevenzione e soccorso medico d'urgenza; di determinare i fattori umani, la formazione, le comunicazioni e le attrezzature. Di disporre soluzioni in grado di elevare il tasso di sopravvivenza degli astronauti, in caso di emergenza medica.

Mike e Koichi hanno poi riservato altre due ore per continuare lo sballaggio e lo stoccaggio del materiale portato su con le ultime due missioni.
PADALKA da parte sua si è dedicato al periodico inventario degli accessori presenti nell'area del docking dell'area di trasferiomento (quali maniglie, ganci, prolunghe e altri attrezzi speciali).

Koichi Wakata ha eseguito inoltre il periodico controllo acustico, impiegando circa due ore per i rilievi. Circa 54 punti di rilevamento, sparsi lungo tutta la Stazione.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.