ISS Daily Report – Sabato 21 Marzo 2009

ISS Daily Report – Sabato 21 Marzo 2009

7° giorno per STS119 /15A

EVA-2 è iniziata alle 12:51 pm EDT con i due specialisti di missione, Swanson (EV1) e Acaba (EV2).
L'attività si è conclusa dopo circa 6 ore e mezza, attorno alle 07:20 pm.
* tra i vari task c'è stato anche la preparazione del WorkSite2, affinche i spacewalkers di STS127 abbiano meno problemi nella sostituzione delle batterie di P6, nel corso di quest'anno.
* l'antenna GPS piazzata su Kibo serve invece per il rendezvous del cargo Giapponese HTV (che non ha capacità di attracco automatico come ATV) previsto per il prossimo Settembre.
* sono state fotografati i pannelli dei radiatori dei due segmenti P1 e S1 e rincofigurato alcuni connettori sul pannello del segmento centrale Z1 e sul controllo potenza per i giroscopi.
* dopo aver combattuto con un ricalcitrante perno, alla fine UCCAS è stato predisposto e posizionato in modo nominale. Questo passaggio verrà comunque valutato dagli Ingegneri a Terra. (*)

Con riferimento all'esperimento Russo  BIODEGRADATSIYA (Biodegradation), LONCHAKOV ha prelevato campionature da specifici equipaggiamenti e da parti di strutture all'interno di SM, campionatura che tornerà a Terra per le analisi del caso. I prelievi sono stati documentati con riprese fotografiche. Yuri ha riservato successivamente un'ora per le preparazioni da eseguire in prossimità del suo rientro a Terra.

Sandy MAGNUS ha condotto invece un'altro giro di raccolta con lo strumento LOCAD-PTS  (Lab-on-a-Chip Application Development-Portable Test System), strofinando i guantoni delle tute EMU (alcune foto qui allegate). Qui sotto una sintesi degli, a dir poco, entusiastici ringraziamenti di tutto il team di ricerca di LOCAD-PTS:
“Entrambi gli equipaggi hanno eseguito una gran bel lavoro durante FD5, specialmente in considerazione che avevano ben altre priorità. Il Team di lavoro di LOCAD-PTS è davvero contento di come siano andate avanti le cose, ed è stato apprezzato il lavoro di ognuno. Sandy è stata pronta nel prelevare campioni (per strofinamento) prima e dopo EVA-1. Ringraziamenti vanno anche ai componenti di EVA-1, Swanny e Ricky che si sono dimostrati pazienti dopo oltre 6 ore di duro lavoro all'esterno della Stazione, nel dover restare ancora rinchiusi per un po' nelle tute in attesa del prelievo dei campioni.
La campionatura è stata eseguita con successo e sono pronti per essere analizzati. Visto l'impegno di questi giorni le analisi delle 4 campionature (2+2 guanti) possono aspettare fino al prossimo rientro dello Shuttle. I campioni non avranno problemi perchè sono correttamente conservati. Ancora una volta ricordiamo che il lavoro svolto durante FD5 è stato fenomenale e contribuirà a preparare i futuri equipaggi nell'eseguire rilievi scientifici sulla Luna e su Marte. Un grazie ancora a tutti loro”

Dopo dell'avvenuta installazione del nuovo UPA DA (Urine Processing Assembly/Distillation Assembly) e di RFTA nel WRS2 (Water Recovery System 2) Rack, Sandra sistemerà la videocamera in alta definizione per permettere agli specialisti a Terra di osservare UPA durante il funzionamento.

WAKATA da parte sua ha utilizzato una doppia borsa termica per traferire campioni congelati dal nuovo GLACIER Freezer, al MELFI (Freezer a -80°C). Poi, ha portato avanti una ulteriore sessione di troubleshooting sul PCDF (Protein Crystallization Diagnostic Facility)posizionato all'interno del Columbus.

Sandy e Koichi hanno speso un'ora circa per un ulteriore approfondimento sui dettagli del passaggio di consegne.

(*) Aggiornamento, causa differita del report ufficiale NASA.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.