ISS Daily Report – Giovedì 12 Febbraio 2009

ISS Daily Report – Giovedi 12 Febbraio 2009

Le note di oggi si aprono, ricordando che esattamente un anno fa veniva messo in servizio il laboratorio europeo Columbus.

Aggiornamento Progress M-66/32P:
continua il volo per il rendezvous con la ISS. Nelle note di oggi appare una variazione per quanto riguarda il boccaporto di attracco che viene indicato ora, come DC1 Nadir port (foto).

Alle 03:30 am EST, Mike e Yuri hanno tenuto una teleconferenza con gli specialisti a Terra per discutere i risultati delle simulazioni di attracco eseguite con TORU.

Sistema computerizzato russo TVM, aggiornamento:
come programmato da Mosca, ieri 11 Feb è stato eseguito un restart di TVM per cercare di recuperare almeno due dei tre canali su cui si appoggia il sistema KURS. Infatti due canali sono tornati operativi come da specifica, il terzo ha un grave problema hardware e con l'occasione della Missione15A, verrà eseguita una sostituzione con un ricambio nuovo.

Domani, in occasione dell'attracco, verranno chiusi per sicurezza le protezioni degli oblò presenti in  Lab & JAXA JPM (JEM Pressurized Module).

FINCKE termina oggi il sesto e ultimo giorno del primo ciclo di SOLO (Sodium Loading in Microgravity), e per quanto riguarda le misurazioni della massa corporea si è verificato un malfunzionamento del dispositivo SLAMMD (Space Linear Acceleration Mass Measurement Device) collocato nel US Lab. I russi hanno messo così a disposizione la loro “bilancia” MO-8 IM per eseguire le misurazioni. La dieta della prima sessione è stata povera di sale, mentre quella della seconda sessione (settimana prossima) sarà molto più ricca di sale.

LONCHAKOV ha eseguito il periodico controllo di eventuali contaminanti nocivi, nell'atmosfera del modulo SM.  Lo strumento utilizzato CMS, un componente del più complesso SKDS, per l'uso odierno il microchip era stato pre-programmato per individuare Ammoniaca e Formaldeide.

Con il Vozdukh funzionante da solo, come test, il livello di CO2 ha raggiunto ieri circa 6.1 mmHg oltrepassando il limite stabilito dalle procedure. Dopo che il test di “un giorno” ha avuto termine, è stato riavviato il CDRA per abbassare la soglia. Oggi infatti il valore si è abbassato a 3.1 mmHg. Il dispositivo Vozdukh sta comunque manifestando un certo degrado delle prestazioni, e per mantere accettabile il livello di CO2 si dovrà mantenere in esecuzione entrambi i sistemi. Restano le cartucce LiOH in caso di necessità.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.