ISS Daily Report – Domenica 8 Febbraio 2009

ISS Daily Report – Domenica 8 Febbraio 2009

Nulla di rilevante, per questa Domenica se non per la disattivazione del sistema CDRA dopo che è entrata in funzione la nuova pompa del Vozdukh russo.

ISS Daily Report – Lunedi 9 Febbraio 2009

Nell'Airlock US, Sandra ha rimosso le batterie EVA appena ricaricate e le ha rimesse nel loro alloggiamento di stoccaggio, da usare per la prossima missione 15A.

Al momento con il CDRA americano spento, il dispostivo russo Vozdukh continua nel suo lavoro filtraggio della CO2 dall'aria della stazione. Per il momento tutto il sistema viene moritorato e qualora il Vozdukh non riuscisse a mantenere dei livelli accettabili di CO2, verrebbe messo in azione il sistema LiOH (Lithium Hydroxide) a cartuccia.

A bordo, nella Soyuz TMA-13 (al momento attraccata a FGB sul boccaporto nadir), il controllo di Mosca ha eseguito attraverso il sistema BITS-2 di telemetria, la periodica calibrazione dell'importante accelerometro lineare BILU, del modulo di discesa (DM). Il dispositivo BILU lavora con i computers di bordo del DM, durante la fase di volo orbitale e la successiva fase di rientro, in atmosfera.

In preparazione dell'attracco della Progress M-66/32P il giorno 13 Feb, FINCKE e LONCHAKOV hanno completato il training di 3 ore, con il sistema TORU (Sistema di Controllo da Teleoperatore) che può fornire la modalità manuale in caso di emergenza durante l'uso del dispositivo KURS (il sistema radio per il rendezvous automatico). In seguito, Mike e Yuri si sono collegati con Mosca, con lo specialista del TORU.

Il team di Mosca, ha approvato i ridondanti setup del sistema automatico KURS per il rendezvous della prossima Progress M-66. Ovviamente resta come extrema ratio il teleoperatore manuale TORU, visto poco sopra. Resta comunque qualche problema con il sistema computerizzato russo TVM, che al momento utilizza un solo canale (su tre). Come richiesto dalle specifiche per l'attracco della Progress, per KURS devono essere disponibili almeno due canali. Pertanto Mosca ha in programma un restart il giorno 11 aspettandosi la piena operatività dei tre canali.

Progress Update:
La Progress M-01M/31P, il primo cargo ad essere equipaggiato con il nuovo sistema digitale di controllo ha deorbitato sul Pacifico.
Il rientro vero e proprio é iniziato alle 02:32 am EST. I residui bruciati della Progress hanno toccato l'oceano Pacifico alle 03:20 am circa.
Nel frattempo a Baikonur/Kazakhstan le attività procedono per il lancio del prossimo cargo Progress M-66/32P. Come si vede dalle immagini qui sopra, il lanciatore Soyuz è stato eretto sulla sua rampa e il lancio è previsto la mattina di Mercoledi 11 Feb.
admin: alcuni allegati sono stati eliminati in quanto corrotti

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.