Crawlerway a rischio per Ares V

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Come prospettato dopo le ultime modifiche progettuali apportate al vettore super-heavy Ares V sembra possibile un rifacimento completo della crawlerway, la via che unisce il VAB alle rampe di lancio del KSC, a causa del peso che dovrà sostenere con il nuovo vettore cargo NASA.
Il peso complessivo del vettore, della rampa mobile e della torre di lancio attualmente supera il limite massimo sopportabile dalla struttura della via con una previsione attuale di peso al rollout di circa 10900ton.
La crawlerway fu costruita negli anni '60 per collegare il VAB alle rampe di lancio 39A e 39B utilizzate dal programma Apollo, attualmente è la via percorsa anche nel rollout dello shuttle nel suo trasporto in rampa.
E' lunga 6.8km ed è formata da due striscie di 12m separate da 15m di terreno, la struttura è composta da 20cm superficiali di pietrisco fluviale, 90cm sottostanti di terreno calcareo compattato e 1.1m di riempimento.
Attualmente il peso preventivato di rollout per Ares V supera del 33% le specifiche massime di utilizzo della crawlerway, verranno quindi eseguiti dei test di pressione sul terreno e se non dovessero rivelarsi positivi sarà necessario modificare la via che collega le rampe in modo da permettere il rollout senza rischi del vettore cargo.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.