Primo scossone al launch manifest

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Cominciano a trapelare i primi effetti del grosso ritardo nella consegna degli ET per le prossime missioni.
Partendo dalla prossima, STS-124 prevista per il 25 Maggio è attualmente slittata al 31, benchè l'ET sia già nel VAB al Kennedy Space Center la data era troppo vicina per il lancio, non erano presenti giorni di margine per eventuali ritardi e il rinvio dell'arrivo al KSC del serbatoio sulla chiatta Pegasus, arrivata solo ieri a causa del maltempo lungo il tragitto, anzichè nello scorso weekend ha portato alla decisione di spostare il lancio di qualche giorno.
La data rimane ora valida sempre in dipendenza del successo dei prossimi Progress e ATV che dovranno necessariamente portare risorse sulla ISS per permettere un ritardo della LON di almeno 3 mesi.
Per le missioni successive, come previsto sono ormai quasi certi i rinvii, a partire da STS-125 slittata da Agosto/Settembre a Ottobre, STS-126 da Ottobre a Dicembre e STS-119 all'inizio del 2009.
Confermata anche l'assenza di pericoli di sforare la data limite del 2010 con i lanci che ormai possono anche "rallentare" il rateo senza portare pericoli.
Con l'attuale manifest è possibile mantenere tutte le missioni entro il 2010 compiendone anche solo 3 nel 2008, guadagnando poi ulteriori possibilità di lancio con l'annullamento del pensionamento di Atlantis.
Il prossimo aggiornamento si avrà all'inizio del prossimo mese, quando verranno rese note le tabelle di produzione e di consegna definitive degli ET per le missioni STS-125 e STS-126.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.