L-496: Che fare se non si può arrivare alla ISS velocemente?

Samantha Cristoforetti, Anton Shkaplerov e Terry Virts davanti a un simulatore Soyuz a Star City. Fonte: Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti, Anton Shkaplerov e Terry Virts davanti a un simulatore Soyuz a Star City. Fonte: Samantha Cristoforetti
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Dal Diario di bordo di Samantha Cristoforetti:

Star City (Mosca, Russia), 23 luglio 2013—Oggi passerò sei ore nel simulatore della Soyuz! In realtà in due diversi.

Puoi vedere il primo nella foto. Quel giorno anche il nostro compagno di equipaggio Terry era con noi, ora è negli USA. È in questo tipo di simulazione che facciamo pratica di tutte le fasi del volo. Il portello proprio dietro di noi, fra l’altro, non esiste nel veicolo spaziale reale: sulla rampa di lancio vi dovete calare giù dalla sezione superiore, il modulo orbitale. Ma per il lavoro giornaliero sarebbe un po’ macchinoso.

Abbiamo anche un altro tipo di simulatore che viene usato solo per addestrarsi al rendezvous manuale, l’attracco manuale, lo sgancio e successivo riattracco a un altro boccaporto (quest’ultimo è sempre manuale). Avrò una sessione di pratica nel pomeriggio.

In mattinata sarò con Anton nel simulatore per fare pratica di ascesa e operazioni orbitali post-ascesa. Inizieremo, come faremmo nominalmente, con le procedure di rendezvous veloce di cui ho parlato un paio di giorni fa. Durante la sequenza di accensioni per arrivare alla Stazione, accadrà qualcosa che ci renderà impossibile mantenere il rigido programma.

Fortunatamente, il “vecchio” profilo di rendezvous in due giorni è sempre applicabile! In accordo con il controllo a terra, passeremo al profilo più lungo e ci daremo un po’ più di tempo per sistemare gli intoppi. Dovremo solo aspettare un po’ più a lungo per quel pasto caldo!

Nota originale in inglese, traduzione italiana a cura di Paolo Amoroso—AstronautiNEWS. Leggi il Diario di bordo di Samantha Cristoforetti e l’introduzione.

Copyright immagine: Samantha Cristoforetti

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=19825

Samantha Cristoforetti

Dal 2009 è un’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Il lancio della sua prima missione, in cui trascorrerà circa sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, è previsto per il 24 novembre 2014. È inoltre un ufficiale pilota dell’Aeronautica Militare Italiana con il grado di Capitano.

Potrebbe anche interessarti...