La Sojuz MS-24 lancia tre astronauti verso la ISS

Il decollo della Sojuz MS-24. Credits: NASA/Bill Ingalls

Lo scorso 15 settembre, alle 17:44 italiane, l’agenzia spaziale russa Roskosmos ha lanciato con successo la missione Sojuz MS-24 dal centro spaziale Bajkonur, in Kazakistan, con destinazione Stazione Spaziale Internazionale.

A bordo si trovavano due cosmonauti russi Oleg Dmitrievič Kononenko, comandante, e Nikolaj Čub, ingegnere di volo, e la statunitense Loral O’Hara, astronauta NASA e ingegnere di volo. Kononenko ha iniziato la sua quinta missione nello spazio, mentre per Čub e O’Hara si è trattato dell’esordio.

O’Hara, Čub e Kononenko poco prima del lancio. Credits: NASA/Bill Ingalls

Dopo una “rincorsa” durata circa tre ore e due orbite, la Sojuz ha attraccato al boccaporto di nadir del modulo russo Rassvet quando in Italia erano le 20:53. I tre occupanti hanno raggiunto i sette membri di Expedition 69 già a bordo della ISS: gli astronauti NASA Moghbeli e Rubio, i russi Petelin, Borisov e Prokop’ev, l’europeo danese Mogensen e il giapponese Furukawa. I portelli tra Sojuz e ISS sono stati aperti alle 23:17 italiane.

I dieci astronauti e cosmonauti attualmente a bordo della ISS. Credits: NASA Tv

O’Hara trascorrerà sei mesi a bordo della ISS, mentre Kononenko e Čub torneranno a Terra tra un anno. Come per tutte le missioni precedenti, astronauti e cosmonauti trascorrono il periodo a bordo della stazione svolgendo il ruolo di tecnici da laboratorio altamente specializzati, conducendo decine di esperimenti scientifici preparati da team di scienziati a terra. Molto spesso sono essi stessi l’oggetto di tali esperimenti, specie per quanto riguarda le ricerche sull’adattamento del corpo umano alle condizioni estreme dei voli spaziali di lunga durata.

Fonte: NASA ISS Blog

  Questo articolo è copyright dell'Associazione ISAA 2006-2024, ove non diversamente indicato. - Consulta la licenza. La nostra licenza non si applica agli eventuali contenuti di terze parti presenti in questo articolo, che rimangono soggetti alle condizioni del rispettivo detentore dei diritti.

Commenti

Discutiamone su ForumAstronautico.it

Marco Zambianchi

Spacecraft Operations Engineer per EPS-SG presso EUMETSAT, ha fatto parte in precedenza dei Flight Control Team di INTEGRAL, XMM/Newton e Gaia. È fondatore di ForumAstronautico.it e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è co-fondatore e consigliere dell'associazione ISAA.