Il razzo lunare SLS è quasi pronto per tornare al Pad

Il vettore SLS per Artemis 1 con la capsula Orion all'interno del Vehicle Assembly Building (VAB). Credits: NASA

Il gigantesco razzo lunare Space Launch System (SLS) con la sua astronave Orion è prossimo a ritornare al pad di lancio 39B del Kennedy Space Center della NASA, in Florida, per un ulteriore tentativo di portare a termine con successo la Wet Dress Rehearsal (WDR).

I tecnici sono intervenuti con successo su una serie di anomalie osservate durante il primo tentativo di WDR.

Gli ingegneri hanno stretto ulteriormente i bulloni della flangia di una delle due linee del Tail Service Mast Umbilical (ovvero di quelle connessioni che, agganciate in coda allo stadio centrale dello SLS quando esso è sul Mobile Launcher, permettono il flusso dei propellenti criogenici e dei cablaggi elettrici, e che si staccano autonomamente al momento del decollo) che aveva dato problemi durante il precedente WDR, assicurandosi che le superfici potessero rimanere sigillate durante le operazioni di carico dei propellenti.

Inoltre, dopo aver sostituito una valvola per il controllo dell’elio dell’Interim Cryogenic Propulsion Stage (ICPS), i tecnici hanno scoperto che una guarnizione danneggiata nel sistema di sgancio dal Mobile Launcher si era allentata cadendo nella valvola e inceppandola. Dopo aver sostituito la valvola, sono stati controllati tutti i sistemi a valle di essa.

Il fornitore di azoto gassoso ha eseguito dei miglioramenti ai suoi impianti per soddisfare i requisiti relativi al prossimo tentativo della prova WDR. Sul lato informatico il team ha aggiornato il software in modo da superare i problemi riscontrati durante le operazioni di rifornimento dei fluidi criogenici nei precedenti tentativi.

Infine sono state fatte delle ispezioni sulla capsula Orion, al fine di verificare eventuali danni causati da un violento temporale scatenatosi proprio durante la prima WDR. Le ispezioni hanno dato esito negativo.

Gli ingegneri hanno inoltre completato in anticipo alcuni dei lavori originariamente programmati per essere eseguiti nel VAB (Vehicle Assembly Building) dopo la Wet Dress Rehearsal. Essi hanno incluso l’installazione di alcuni payload come l’hardware per il dimostratore tecnologico Callisto, un armadietto per un kit di volo e dei contenitori per un esperimento di biologia.

Dopo il completamento di alcune ulteriori verifiche, i team rimuoveranno le piattaforme di lavoro nel VAB per preparare SLS e Orion al nuovo roll out verso il Pad 39B. Secondo il programma, la prossima Wet Dress Rehearsal dovrebbe avvenire circa 14 giorni dopo l’arrivo del vettore al pad, ovvero nel mese di giugno.

Lo Space Launch System (SLS) con la capsula Orion in cima, collocati sul Mobile Launcher presso il complesso di lancio 39B, ripreso domenica 3 prile 2022 durante la Wet Dress Rehearsal. Photo Credit: (NASA/Joel Kowsky)

Fonte: NASA

  Questo articolo è © 2006-2022 dell'Associazione ISAA - Licenza

Commenti

Commenta e approfondisci su ForumAstronautico.it

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio, basket e birra artigianale. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' socio dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)