Walter Villadei in addestramento per le missioni di Axiom Space

Col. Walter Villadei. Credits: AMI

Axiom Space, azienda impegnata nello sviluppo della prima stazione spaziale commerciale privata, ha recentemente annunciato di aver accolto il colonnello dell’Aeronautica militare Walter Villadei nel proprio quartier generale di Houston per dare il via alla sua formazione come astronauta professionista presso il Johnson Space Center (JSC) della NASA.

Axiom Space, in collaborazione con l’azienda KBR e la NASA, si occupa di addestrare astronauti professionisti e privati potendo disporre delle strutture e degli istruttori dell’agenzia spaziale americana. I candidati al volo seguono il percorso formativo di Axiom per molti mesi, preparandosi a vivere e lavorare nello Spazio. Axiom Space e l’Aeronautica Militare Italiana (AMI) hanno siglato il 1º novembre 2021 l’accordo per addestrare il Col. Villadei a volare in una futura missione di ricerca.

«Sono entusiasta, dopo essermi qualificato come cosmonauta, di iniziare l’addestramento come astronauta professionista con Axiom», ha dichiarato Villadei. «È un’opportunità unica per sostenere il ruolo italiano nell’espansione dell’esplorazione spaziale umana, portando avanti la storica e forte partnership tra Italia e Stati Uniti e aprendo nuove possibilità nello sviluppo tecnologico, nonché opportunità per le nuove generazioni di scienziati e ingegneri. In qualità di primo apprendista astronauta internazionale di Axiom, è un onore aiutare a stabilire una relazione più stretta tra Axiom e l’Italia».

La formazione di Villadei aggiunge un’altra dimensione a un’importante e crescente partnership tra l’Italia e Axiom Space. L’italiana Thales Alenia Space sta attualmente costruendo i primi due moduli della stazione spaziale commerciale di Axiom. Entrambi i moduli saranno spediti a Houston per l’installazione di tutti i sottosistemi operativi e attrezzati per equipaggi e usi scientifici prima del loro lancio attualmente previsto nel 2024 e nel 2025.

Sono in corso ulteriori discussioni bilaterali per supportare una più ampia collaborazione con l’industria italiana e una partecipazione sostanziale alla stazione Axiom, il cui lancio e funzionamento aprirà nuovi mercati nella bassa orbita terrestre, un passo essenziale per la creazione di un’economia spaziale sostenibile che consenta l’esplorazione della Luna e di Marte.

Villadei avrebbe dovuto far parte dell’equipaggio della prima missione commerciale di SpaceShipTwo, lo spazioplano di Virgin Galactic. La missione sarebbe dovuta decollare il 25 settembre 2021, ma Virgin Galactic, dopo la sospensione dei voli imposta dalla FAA (Federal Aviation Administration), l’agenzia che regolamenta l’aviazione negli Stati Uniti, ha deciso di anticipare gli aggiornamenti da applicare ai propri velivoli e quindi posticipare di un anno il ritorno al volo.

L’ambasciatore italiano a Mosca Pasquale Terracciano, il Col. Walter Villadei e l’astronauta ESA Luca Parmitano durante una visita al Centro Addestramento Astronauti di Star City nel 2019. Credits: GCTC

Walter Villadei, ufficiale dell’Aeronautica Militare e ingegnere aerospaziale, ha iniziato la sua carriera operativa presso la 46ª Brigata di Pisa, assegnato alla manutenzione dei velivoli da trasporto. Successivamente è stato selezionato come astronauta AMI, sebbene non avesse superato la selezione dell’ESA, e in seguito è diventato cosmonauta per l’Aeronautica Militare dopo aver completato la formazione presso Roskosmos, senza essere a oggi mai riuscito a trovare un posto su una Sojuz. Venuta a mancare l’opportunità offerta da Virgin Galactic, ha ora una nuova possibilità di esaudire il sogno di volare nello spazio.

Fonte: Axiom Space

  Copyright Associazione ISAA 2006-2022 - Licenza

Commenti

Commenta e approfondisci su ForumAstronautico.it

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.