Nuovo trio di satelliti militari cinesi Yaogan

4167f7b556022595f7e4aa2f5eede65c3b5423f5.png
Il momento del lancio. Credit: CGTN.

Il 24 febbraio 2021 la Cina ha effettuato un nuovo lancio orbitale di satelliti da ricognizione. Si tratta di tre satelliti Yaogan 31 03, la terza tripletta della serie Yaogan 31, a meno di un mese dal lancio di Yaogan 31 02. L’agenzia spaziale rafforza così il monitoraggio di tipo SIGINT, Signals Intelligence, per individuare sorgenti di telecomunicazioni sulla superficie terrestre.

Il lancio è avvenuto alle 10:22 ora locale, quando in Italia erano le 3:22 di notte, ed è stato effettuato tramite un vettore Lunga Marcia 4C dal centro di lancio di Jiuquan. I tre satelliti sono stati immessi in un’orbita a circa 1.100 km di quota sulla superficie terrestre e 63° di inclinazione. Trattandosi di un lancio militare non sono state rilasciate molte altre informazioni.

Il lanciatore utilizzato, Lunga Marcia 4C, è un vettore a tre stadi evoluzione del Lunga Marcia 4B. L’ultimo stadio permette più riaccensioni, soluzione ideale quando si vogliono rilasciare satelliti in diversi momenti, e le ogive sono più grandi rispetto alla versione precedente per permettere un carico più voluminoso. Questo è stato il 31º volo di questa versione, e il 361º di un vettore della famiglia Lunga Marcia.

Tutto l’hardware (razzo e carico) è stato prodotto da aziende sussidiarie di CASC, China Aerospace Science and Technology Corporation, l’azienda di stato specializzata in attività aerospaziali. I satelliti sono stati prodotti da Dongfanghong Satellite Co., appartenente a CAST, China Academy of Space Technology, mentre il lanciatore è stato prodotto da SAST, Shanghai Academy of Spaceflight Technology.

Il video del decollo.

Fonte: CGTN.

  Questo articolo è © 2006-2021 dell'Associazione ISAA - Alcuni diritti riservati.

Commenti

Commenta e approfondisci su ForumAstronautico.it

Gianmarco Vespia

La scienza è importante. Ne ho fatto parte tanti anni fa, ma ho dovuto abbandonare la carriera. In Italia manca il supporto agli scienziati, in molti modi: sostegno, fiducia, credibilità, rispetto e finanziamenti. ISAA mi ha dato la possibilità di diventare divulgatore e di raggiungere un pubblico interessato e appassionato in questo piccolo settore che è l'astronautica. La scienza si muove troppo in silenzio, occorre pazienza e attenzione per capirla e apprezzarla, per spiegarla alle nuove generazioni, appassionarle e permettergli di costruire un futuro migliore per sé e per il mondo intero.