Parmitano e AMS-02 – Al via una complessa serie di EVA

Il 15 novembre è il giorno della prima attività extraveicolare di Luca Parmitano nel contesto della sua missione Beyond. Questa giornata vedrà l’avvio di una serie di complesse passeggiate spaziali al servizio del cacciatore di particelle cosmiche, lo strumento Alpha Magnetic Spectrometer (AMS-02). È la prima volta che un astronauta europeo assume il ruolo di coordinatore dell’intera passeggiata spaziale, che sarà trasmessa in diretta streaming da ESA Web TV a partire dalle ore 12:50 ora italiana (11:50 GMT).

Luca e l’astronauta NASA Andrew Morgan usciranno dall’airlock della Stazione Spaziale Internazionale verso le ore 13:05 italiane (12:05 GMT) per una attività extraveicolare che si annuncia tra le più complesse mai effettuate, preceduta per difficoltà solamente dalle missioni di riparazione del telescopio spaziale Hubble.

In qualità di leader della passeggiata spaziale, indicato con il termine “EV1”, Luca indosserà la tuta spaziale bianca con le strisce rosse mentre Andrew quella bianca senza strisce. Parmitano e Morgan saranno supportati dalle astronaute NASA Christina Koch e Jessica Meir che li guideranno mediante il braccio robotico Canadarm2 fino al sito di lavoro, posto in una posizione difficile da raggiungere perché situata in cima alla struttura a traliccio S3, tra una coppia di pannelli solari e i radiatori.

L’intera passeggiata spaziale dovrebbe durare circa sei ore e preparerà la scena ad almeno altre tre successive attività extraveicolari.

AMS-02 è uno strumento che registra il numero, le caratteristiche e l’origine delle particelle dei raggi cosmici che attraversano tutti i suoi rivelatori; fino a oggi sono stati conteggiati oltre 140 miliardi di impatti di particelle. Tracciando le fonti di origine di queste particelle, gli scienziati sperano di riuscire a comprendere meglio la materia oscura e le origini dell’Universo.

Installato nel 2011, AMS era stato progettato per funzionare solo per tre anni senza la necessità di interventi di manutenzione. Lo strumento ha avuto un tale successo che la sua missione è stata estesa. Ricercatori, astronauti e ingegneri hanno dovuto sviluppare nuove procedure e progettare più di 20 strumenti per prolungarne la vita operativa.

Il compito principale di Luca e Andrew sarà quello di sostituire il sistema di raffreddamento di AMS-02 per riparare una perdita di refrigerante. La coppia di astronauti si è a lungo addestrata a Terra su come affrontare questa complessa operazione. L’intervento implica il taglio e la giunzione di otto tubi del circuito di raffreddamento e di una miriade di cavi di alimentazione e dati. È la prima volta che gli astronauti tagliano e ricollegano linee di raffreddamento in orbita.

Le prime due ore della passeggiata spaziale saranno trasmesse in diretta streaming dalla Web TV di ESA, visibile anche sulla pagina Facebook dell’agenzia, con commenti di astronauti ed esperti della sede di Colonia, in Germania, a loro volta collegati con gli scienziati del CERN di Ginevra, l’European Laboratory for Particle Physics. Tra i vari commentatori segnaliamo la presenza dell’ISS Operations and Astronaut Group leader dell’ESA nonché primo comandante europeo della ISS, Frank de Winne, del capo dell’unità di addestramento al volo parabolico Herve Stevenin e di Stefan Schael, German AMS-02 Project leader e astrofisico della RWTH Aachen University.

Gli spettatori saranno incoraggiati a interagire in diretta indirizzando le loro domande all’account Twitter @esaspaceflight oppure all’account del CERN @cern usando l’hashtag #SpacewalkForAMS.

Fonte: ESA

  © 2006-2019 Associazione ISAA - Alcuni diritti sono riservati.

Discutine con noi su ForumAstronautico.it

Sviluppi e aggiornamenti su questa notizia sono disponibili su ForumAstronautico.it

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.