L’orizzonte degli eventi: la foto che cambia l’astronomia e non solo

Massimo Orgiazzi

Appassionato di astronomia, astronautica e scienza, nella vita è ingegnere. Ha scritto narrativa, poesia e critica letteraria, ha una passione per il cinema e organizza rassegne cineforum. Twitta in inglese di spazio e scienza con l'handle @Rainmaker1973

Una risposta

  1. Emilio ha detto:

    Essere presente a questo evento unico è inpagabile
    Vorrei vivere altri cent’anni per non perdermi tutto ciò che ora siamo in grado di scoprire
    Peccato per me, ma auguro a tutti di vivere tutto ciò che verrà perché saranno scoperte meravigliose quelle che aspettano i nostri figli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.