SpaceX si allarga ancora a Cape Canaveral

Con l’approssimarsi del primo lancio, la compagnia di Elon Musk ha recentemente preso in affitto dall’US Air Force un complesso già equipaggiato, dove verranno preparate le capsule Dragon 2 destinate alle rotazioni degli equipaggi sulla Stazione Spaziale Internazionale.

L’Area 59 Satellite Processing Facility dell’USAF era gestita dal 45th Space Wing di stanza presso la Cape Canaveral Air Force Station (CCAFS) e negli ultimi 27 anni principalmente si è occupata della preparazione dei satelliti per la navigazione GPS messi in orbita dagli Stati Uniti.

L’interno della Satellite Processing Facility dove un satellite GPS viene chiuso nel fairing. Credit Boeing

Il satellite veniva inizialmente controllato per verificare che non avesse subito danni durante il trasporto dalla California, in seguito venivano caricati i propellenti, le batterie ed infine chiuso nel fairing protettivo ed inviato alla rampa di lancio per l’installazione in cima al vettore.
L’ultimo satellite processato all’Area 59 è stato il dodicesimo GPS II F, lanciato poi nel febbraio 2016.

La posizione dell’Area 59 alla CCAFS.

Ora la struttura verrà utilizzata da SpaceX, secondo il Commercial Space Launch Act, che così aumenta ancora la propria area di influenza in Florida dopo lo SLC 40 e lo SLC 13 (rinominata Landing Zone 1), sempre alla CCAFS e naturalmente la rampa 39A del Kennedy Space Center (KSC).

Secondo il comandante del 45th SW, Brig. Gen. Wayne Monteith, la prima Dragon 2 dovrebbe arrivare all’Area 59 la prossima estate, per la preparazione al primo volo con equipaggio, mentre già per il prossimo aprile sarebbe previsto il primo volo senza equipaggio, ma queste date sembrano essere troppo ottimistiche.

Fonte: Florida Today

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=27248.0

Simone Montrasio

Appassionato di astronautica fin da bambino, gli studi ed il lavoro mi hanno tenuto occupato nel settore chimico industriale fino al 2011 quando ho deciso di cambiare completamente vita e dedicarmi alla campagna. Collaboro felicemente con AstronautiNEWS dalla sua fondazione con una pausa sabbatica tra il 2011 ed il 2013.

Una risposta

  1. MayuriK ha detto:

    Speriamo di vedere entro quest’anno almeno il volo senza equipaggio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.