Galileo: lanciati per la prima volta quattro satelliti

Il razzo vettore Ariane 5 durante il lancio dei satelliti Galileo 15-18 (C) ESA

Valeria Parnenzini

Appassionata di spazio e tecnologia, collabora con AstronautiNEWS da Agosto 2015.

3 Risposte

  1. andrea ha detto:

    la storia infinita…troppi ritardi.

    • signaleleven ha detto:

      Perché “troppi”? Non è un settore particolarmente competitivo e gli utilizzi specifici di Galileo (oltre al semplice GNSS) non hanno una forte pressione dal mercato. Un (uno) lancio fallito ha rallentato un po’ il deployment, ma se accendi il tuo ricevitore Galileo (non ce ne sono molti) ricevi dei segnali. Da anni, ormai. Credimi, nessuno più di me è critico nei riguardi di Galileo, ma cos’è tutto questo pessimismo?

      • andrea ha detto:

        Guarda..persino Prodi si è lamentato (pesantemente) …non certo per il lancio fallito. Non avevo specificato che i ritardi sono dovuti anche alla parte politica della questione.

        Poi, accidenti, tutto ‘sto hype tecnico da lustri e non ho ancora un sistema pienamente funzionante ? Non vado pazzo per l’ultimo cellulare o processore con il 2% di prestazioni in piu’ rispetto al predecessore, ma leggendo riviste e qualche articolo americano ho notato anche li’ parecchia ironia, insomma, non sono l’unico. P.S.: Perdonami, ‘son maniaco di elettronica applicata (soprattutto autocostruita) , strumenti di misura da ricondizionare, SDR, SMD, ecc.ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.