Rosetta atterra sulla cometa Churyumov – Gerasimenko

Benvenuti alla copertura diretta delle ultime ore di missione di Rosetta, la sonda inviata dall’Agenzia Spaziale Europea a studiare la cometa Churyumov Gerasimenko.

Ricordiamo brevemente la timeline degli eventi, e vi rimandiamo alla lettura della nostra guida al landing in caso abbiate qualche domanda irrisolta rispetto a come siamo arrivati fino qui.

Ecco la timeline riassuntiva degli eventi delle ultime 48 ore.

  • Sabato 24/9: Rosetta ha cambiato la sua orbita portandosi su una nuova traiettoria di 16 x 23 km, ideale per mettersi in posizione per la discesa finale.
  • Lunedì 26/9: Seconda parte della manovra orbitale di trasferimento.
  • Giovedì 29/9, ore 20:50 UTC (22:50 ITA) – Una breve accensione dei thrusters di bordo ha portato Rosetta in rotta di collisione con la Churyumov-Gerasimenko, dando il via alla discesa da quota di 19 km. Rosetta sarà in caduta libera, senza più alcuna accensione dei suoi thrusters analogamente a quanto fatto per il lander Philae, raccogliendo dati scientifici durante il cammino.
  • Venerdì 30/9 ore 10:38 UTC (12:38 ITA)  – Rosetta ha raggiunto come previsto la superficie della cometa. La conferma del buon esito della manovra è giunta ad ESOC solo 40 minuti dopo (a causa della distanza Terra-sonda), alle 13:19 italiane. 

30/9 – ore 20:00 – ESA ha comunicato un errata corrige della distanza di Rosetta dalla superficie di Churyumov-Gerasimenko nel momento in cui ha scattato la foto sotto riportata. I 51 metri indicati in precedenza erano basati sui calcoli della distanza in riferimento all’orario previsto di impatto. In seguito ad una ricostruzione più accurata della timeline, e dopo aver ricevuto conferma dell’effettivo orario di atterraggio, la distanza è stata stimata più precisamente attorno ai 20 metri.

rosetta_s_last_image


30/9 – ore 17:30 – Qui in redazione abbiamo lavorato di taglia, cuci e sottotitoli e abbiamo preparato per voi un video sottotitolato in inglese e con audio preso dalla traccia diffusa da ESA su SoundCloud, per mostrarvi una versione completa e comprensibile di quello che Sylvain Lodiot, SOM di Rosetta, ha detto in chiusura della missione. Per vedere i sottotitoli, attivate il simbolo CC.


30/9 – ore 17:15 – Un bel video/cartone animato rilasciato da ESA per celebrare la fine della missione Rosetta.


30/9 – ore 16:20 – Riascoltando la voce di Lodiot su Soundcloud, purtroppo quasi impercettibile nel filmato ufficiale, apprendiamo che le stazioni radio continueranno a seguire Rosetta per altre 24 ore, praticamente fino alle 13:20 di domani 1 ottobre. Non ci si aspetta nessun contatto, ovviamente… Però cari lettori, pensate che sorpresa sarebbe se all’improvviso, l’analizzatore di spettro si rianimasse…


30/9 – ore 16:05 – Ecco un altro scatto processato da una persona non affiliata alla missione, ma che ugualmente ci regala una prospettiva davvero mozzafiato.

 

 

30/9 – ore 16:00 – Per chi tra i nostri lettori fosse particolarmente interessato ai dettagli tecnici delle fotocamere a bordo di Rosetta, ecco un dettagliato documento tecnico da consultare. http://pdssbn.astro.umd.edu/holdings/ro-a-osiwac-3-ast1-steinsflyby-v1.4/document/osiris_ssr/osiris_ssr.pdf


30/9  – ore 15:50 – ESA ha diffuso la registrazione del “voice loop” quando Lodiot ha annunciato ufficialmente LOS (Loss Of Signal)


30/9 – ore 15:15 – Anche Emily Lakdawalla della Planetary Society sta lavorando con alcune delle prime immagini mostrate oggi ai giornalisti presenti da Holger Sierks di ESA.

 

30/9 ore 15:05 – La comunità di appassionati di elaborazione delle immagini  provenienti da varie missioni in viaggio nel Sistema Solare si è messa a giocare con le foto di Rosetta. Ecco uno straordinario panorama, testimone di come anche non professionisti possano portare lustro e “click” ad una missione…


30/9 ore 14:05 – Ecco le prime immagini ufficiali arrivare… Qui siamo a -50 metri dal suolo.


30/9 ore 14:00 – L’emozione vince Matt Taylor…


30/9 – ore 13:45 – Ecco le ultime immagini inviate da Rosetta, di cattiva qualità non processate e sgranate a causa della diretta streaming.

Touchdown – 750 m

rosetta_750m

Touchdown – 590m

rosetta_590m

Touchdown T- 10 secondi. Questa è l’ultima immagine in assoluto ricevuta da Rosetta. Speriamo vengano presto pubblicate online, per mostrarvele alla migliore risoluzione possibile.

rosetta_005m


30/9 – ore 13:40 – Mentre si susseguono le interviste ai top manager della missione, speriamo tutti che arrivino presto le ultime immagini che sono state ricevute e sono in via di decodifica in ESOC. Siamo certi che qualcosa verrà diffuso molto presto 😉


30/9 – ore 13:30 – Il SOM di Rosetta, Sylvain Lodiot, dichiara ufficialmente “LOS”. La faccia triste, come si dice, ci sta.

rosetta_lodiot_los


30/9 – ore 13:20 – LOS. E’ finita! Addio Rosetta e thanks for all the fish!

rosetta_los

 


30/9 – ore 13:18 – Il Flight Control Team aspetta ora con calma la fine delle trasmissioni da Rosetta, tenendo d’occhio l’analizzatore di spettro dove il grosso “picco” in corrispondenza del segnale portante si appiattirà per l’ultima volta. Un momento “agrodolce”…

rosetta_carrier


30/9 – ore 13:10 – Mancano 10 minuti alla conferma ufficiale dell’atterraggio…


30/9 – ore 13:05  – Nella sua discesa Rosetta ha ancora una volta scritto la storia: le immagini che si stanno ricevendo in ESOC sono le più ravvicinate mai scattate della superficie di una cometa! Aspettiamo di poterle ammirare tra qualche minuto…


30/9 – ore 13:00 – Ecco come si vede, dalla consolle di controllo di Rosetta, l’arrivo dei pacchetti di dati scientifici nella telemetria. Questa applicazione (geek corner) si chiama Telemetry Packet History Display… Potete vedere la differenza tra data e ora di generazione del pacchetto nel computer di bordo di Rosetta (colonna Generation Time) e quando sono stati ricevuti nella stazione radio di Terra (colonna Reception Time).


30/9 – ore 12:55 – In ESOC si continuano a ricevere e decodificare “al volo” le immagini inviate da Rosetta durante la discesa. Ecco le pareti della cavità Ma’at D. Che sia questa la destinazione sua finale?


30/9 – ore 12:53@esaoperations conferma via Twitter. Lassù, nel cosmo, Rosetta ha concluso la sua avventura. Attendiamo ora la conferma attorno alle 13:19.


 

30/9 – ore 12:43 – La famosa “patch” di passivizzazione con ogni probabilità è entrata in funzione in questi istanti. Anche in questo caso, conferma entro una quarantina di minuti.


30/9 – ore 12:41 – Rosetta dovrebbe essersi posata ora sulla superficie della cometa 67-P C/G. La conferma naturalmente, data la distanza Terra-Cometa, arriverà in ESOC solo alle 13:18 circa, ora italiana. La velocità confermata del touchdouwn è di 90 cm/sec. Dal punto di vista di noi terrestri, la ricezione in tempo reale dei dati scientifici continua perfettamente.

Ricordiamo che potete seguire la diretta straming su http://rosetta.esa.int/


30/9 – ore 12:30 – Mentre il Direttore Generale di ESA Woerner si collega dal Sud America,  siamo entrati nell’ultima ora di questa magnifica missione


30/9 – ore 12:25 – Il Flight Control Team di Rosetta conferma: raggiunta la distanza di 1 km dalla superficie!


30/9 – ore 12.15 – Poco fa Paolo Ferri, direttore del settore Operazioni di ESA, ha mandato ufficialmente l’ultimo comando a Rosetta.


30/9 – ore 12:00 – Ecco come in Dinamica Volo si raffinano le previsioni del possibile punto di impatto di Rosetta.


30/9 – ore 11:55 Lo strumento OSIRIS sta cominciando a raccogliere dati, a “sondare il terreno” alla ricerca delle cavità  Ma’at


30/9 – ore 11:40 Circa un’ora all’impatto. Un’ora e 40 minuti alla perdita di comunicazioni (LOS).


30/9 – ore 11:35 – Ecco che comincia a diventare scientificamente interessante essere così vicini a CG!


30/9 – ore 11:29 – Poco più di 5 km. Lo strumento RPCLAP ancora non “annusa” nulla proveniente da CG. Che stia trattenendo il fiato per l’impatto?


30/9 – ore 11:20 – Si monitorano in tempo reale anche i server di ISAA. Siete in tanti a seguirci qui, ma è sempre valido condividere il link con i vostri amici!

capture


30/9 – ore 11:20 – C’è anche tempo per i sentimenti, mentre si assiste agli ultimi momenti della missione. Accomazzo celebra il suo Team.


30/9 – ore 11:12 – Come previsto, la sonda ha caricato la patch software che la spegnerà definitivamente all’impatto, o al verificarsi di determinate condizioni.


30/9 – ore 11:00 – Rosetta sta inviando immagini molto ravvicinate della cometa, durante la sua discesa.


30/9 – ore 10:05 – ESA ha iniziato una diretta per trasmettere live l’invio dell’ultimo comando a Rosetta.


30/9 – ore 10:00 – Al momento il segnale radio da Rosetta arriva in ESOC chiaro e forte. Sylvain Lodiot, SOM di Rosetta, ha anche confermato che a bordo è stata attivata la patch di “passivizzazione”, e che quindi qualsiasi Safe Mode che scatti da qui in avanti sarà anche l’ultimo, perché il satellite verrà di fatto “lobotomizzato”.


30/9 – ore 08:45 – Piccola correzione all’ora prevista per il touchdown che avevamo comunicato in precedenza (mannaggia ai typo del primo mattino). Rosetta arriverà sulla cometa alle 10:38:32 UTC, le 12:38:32 italiane. A causa della distanza dalla Terra, la conferma sarà ricevuta a Darmstadt 40 minuti dopo, attorno alle 11:18 UTC, le 13:18 italiane.

La diretta streaming via web avrà inizio alle 12:30 italiane fino alle 13:40, su https://new.livestream.com/ESA/rosettagrandfinale


30/9 – ore 08:30 – Rosetta è stabilmente indirizzata verso la sua destinazione finale. Come da tradizione sulla porta della Main Control Room dell’ESOC è stato affisso un biglietto di auguri e addio molto speciale. La posizione della sonda nel suo percorso di discesa può essere giustamente riprodotto anche su questa piccola opera d’arte…

(C) ISAA / Marco Zambianchi

(C) ISAA / Marco Zambianchi

 

30/9 – ore 07:15 – Buongiorno e ben ritrovati a tutti per la copertura Live dell’atterraggio di Rosetta sulla Churyumov-Gerasimenko. Nel corso della notte sono arrivate le prime immagini usate dagli ingegneri della Dinamica Volo per aggiornare il momento preciso del touchdown.

Rosetta arriverà sulla cometa alle 10:38:32 UTC, le 12:38:32 italiane. A causa della distanza dalla Terra, la conferma sarà ricevuta a Darmstadt 40 minuti dopo, attorno alle 11:18 UTC, le 13:18 italiane.

Ecco uno degli scatti ripresi con NAVCAM da circa 16 km dalla superficie. La porzione ripresa misura circa 614 metri, con una risoluzione di 30 cm/pixel.

Copyright ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Copyright ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA


30/9 – ore 00:05 – Con Rosetta ormai avviata sul suo percorso di discesa, per confermare il buon esito della manovra e raffinare le previsioni sul momento esatto del contatto con la cometa gli strumenti di bordo scatteranno alcune immagini con lo strumento NAVCAM, che saranno ricevute sulla Terra attorno alle 4.00 UTC (le 6.00 italiane). Con questo chiudiamo la nostra diretta di oggi e vi diamo appuntamento tra qualche ora, per raccontarvi gli ultimi momenti di questa epica missione.

Ecco per chiudere una bella e informativa infografica di ESA sui “numeri di Rosetta”. Tutta la missione è stata riassunta qui!

rosetta_in_numbers


29/9 – ore 23.55 – Confermata la fine dell’accensione dei razzi di manovra di Rosetta. La sonda è ora in una irreversibile rotta di colisione con la Churyumov-Gerasimenko.


29/9 – ore 23:25 – Un commento tecnico all’immagine del Tweet precedente. Quella che vedete fotografata è un’applcazione del software di controllo di Rosetta chiamata OBQD (On Board Queue Display). La schermata mostra i comandi caricati in anticipo nella memoria di Rosetta (la On Board Queue – la “coda” dei comandi), che verranno eseguiti dal computed di bordo al momento prestabilito. Questa tecnica consente di caricare a bordo e garantire l’esecuzione puntuale di tutti i comandi e parametri necessari ad attivare il sistema dei propulsori e delle ruote di reazione anche in mancanza di contatto radio con Darmstadt.

Ingrandendo l’immagine potrete riconoscere alcune informazioni interessanti (da sx a dx):

  • “Num”: Numero sequenziale del comando
  • “Name”: Nome del comando (es. ZACX0103) dove Z sta per “comando”, ACX sta per sistema di manovra, 0103 è il numero di “catalogo” del comando
  • “Description”: Descrizione del comando
  • “Release Time”: Data del caricamento a bordo
  • “APID” e “SSC”: identificazione numerica del sistema di bordo di destinazione e locazione di memoria del comando
  • “Execution Time”: Data e ora UTC di esecuzione del comando da parte del computer centrale
  • “Status”: EXECUTED (per alcuni comandi) comando eseguito o altro stato.

29/9 – ore 22.50 – Siamo al punto di non ritorno. Rosetta ha acceso brevemente i suoi propulsori mettendosi in rotta di collisione con la cometa.


29/9 – ore 21.00 – Rosetta sta ancora producendo dati scientifici. Ecco un’immagine della cometa Churyumov Gerasimenko ripresa oggi dallo strumento OSIRIS

Credits: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Credits: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA


29/9 – ore 17.00 – Vi piace giocare con le immagini RAW in arrivo dalle sonde in giro per il Sistema Solare? Benissmo! Ecco un link tutto per voi fornito dai responsabili dello strumento OSIRIS: http://planetary.s3.amazonaws.com/data/rosetta/osiris_escort.html


29/9 – ore 15:55 – Ecco il programma delle presentazioni di oggi pomeriggio.


29/9 – ore 15:00 – Ecco il link per seguire lo streaming in diretta di tutte le operazioni. Per ora la scena è degli scienziati, con un sacco di spiegazioni tecniche di estremo interesse. http://livestream.com/ESA/rosettagrandfinale


29/9 – ore 14:53 – Lo strumento MIDAS, non più in grado di produrre osservazioni scientifiche, è stato spento circa 1 ora fa. Questo il tweet del team di MIDAS.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=25772.0

Marco Zambianchi

Spacecraft Analyst per la missione Gaia presso ESA/ESOC, è fondatore di ForumAstronautico.it, e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.