La Città di McGregor cambia il regolamento per i test di SpaceX

Il test statico del primo stadio del Falcon 9, avvenuto l'8 Marzo del 2013 presso la SpaceX's Rocket Development Facility di McGregor, Texas. (C) SpaceX

Il McGregor City Council ha approvato una serie di ordinanze per limitare la rumorosità dei test sui propulsori dei razzi che vengono svolti da SpaceX in una località appena fuori dalla città.

Una di queste prescrizioni limita la durata dei test di accensione a 15 secondi, in aggiunta a ciò, se il livello di rumore dovesse superare i 125 decibel, il test dovrà durare al massimo tre secondi.

I test vengono generalmente ristretti come orario, fra le 9 del mattino e le 19 e tutti i test riguardanti un motore che produce almeno 2 milioni di libbre spinta (circa 907 tonnellate) devono essere svolti nelle ore diurne; in precedenza era permesso protrarre i test fino alle 22. Tuttavia, in alcune circostanze, i test notturni potranno essere permessi dietro il pagamento di una tassa di 10.000$ per il primo test dell’anno solare e di 15.000$ per il secondo.

Inoltre, il lancio di qualsiasi veicolo nell’atmosfera o nello spazio è specificatamente proibito dal sito di McGregor.

Le multe per ogni violazione di queste ordinanze sono: 10.000$ per la prima, 15.000$ per la seconda e di 25.000$ per ogni seguente violazione.

Infine, le nuove ordinanze richiedono dei permessi per quelle accensioni che superano determinati livelli di decibel, nella fattispecie al costo di 5.000$ per test al di sopra dei 115 dB, di 7.500$ per quelli al di sopra dei 120 dB e di 50.000$ per tutti i test con livelli di rumorosità superiori ai 125 dB.

La città texana ha ceduto in affitto all’azienda di Elon Musk un’area di quasi 17 km2, per lo svolgimento delle varie attività di prova sui motori a razzo.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=25211.0

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.