Iniziano i preparativi per il lancio di Atlas V

Ha avuto inizio lo scorso 11 Novembre la preparazione del razzo vettore Atlas V, che il giorno 3 Dicembre ore 22:55 GMT porterà in orbita il cargo Cygnus, il cui arrivo sulla Stazione Spaziale Internazionale è previsto per il 6 Dicembre, ore 11:00 GMT.

L’utilizzo dell’Atlas V è stato pianificato anche per il lancio del 10 Marzo 2016, in vista del ruolo sempre più importante che rivestirà la United Launch Alliance, la quale si occuperà anche della spedizione di astronauti sulla ISS per conto di NASA a partire dal 2017.

Questi due lanci di Atlas V, senza equipaggio a bordo, sono stati acquistati da Orbital ATK per il trasporto del vettore cargo Cygnus in attesa del proprio razzo vettore Antares,  il cui ritorno al volo è previsto per metà 2016.

Mentre la Orbital ATK sta terminando la preparazione di Cygnus presso il Kennedy Space Center, il primo stadio dell’Atlas V è stato già trasportato dal Vertical Rocket Facility  alla rampa di lancio ad inizio Novembre. Ben presto saranno montati anche l’interstadio e lo stadio superiore Centaur. L’Atlas V possiede un motore RD-180, alimentato a cherosene ed ossigeno liquido, montato nel primo stadio, ed un RL10, alimentato ad idrogeno liquido- ossigeno liquido, nello stadio superiore Centaur. Il vettore cargo Cygnus è stato incapsulato nell’ultimo stadio lo scorso 16 Novembre,  ed il fissaggio sul razzo è  previsto per il prossimo 20 Novembre.

Il lancio sarà il sessantesimo per il razzo Atlas V a partire dal 2002 ed il suo tredicesimo volo commerciale. Per la United Launch Alliance, è il lancio numero 103 dal 2006 e il dodicesimo del 2015.

Fonti: Orbital ATK

Copyright immagine: United Launch Alliance

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=24409.0

Valeria Parnenzini

Appassionata di spazio e tecnologia, collabora con AstronautiNEWS da Agosto 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.