L-263: Un’esperienza straordinaria in Giappone. Grazie amici della JAXA!

Samantha Cristoforetti nella SSIPC control room JAXA di JEM. Fonte: ESA/Corvaja
Samantha Cristoforetti nella SSIPC control room JAXA di JEM. Fonte: ESA/Corvaja

Dal Diario di bordo di Samantha Cristoforetti:

Houston (USA), 6 marzo 2014—Ieri ho viaggiato in aereo da Tokyo a Houston—un mercoledì molto lungo, lungo 39 ore. Mentre viaggiavo verso est attraverso la Linea internazionale del cambio di data, ho “guadagnato” un giorno intero.

La mia permanenza in Giappone è stata semplicemente incantevole. Sì, l’addestramento ISS è molto standardizzato e alla fine non c’è grande differenza nell’imparare sui circuiti di raffreddamento del JEM in Giappone, su Columbus in Europa o sui moduli americani a Houston. Ma un viaggio di addestramento in Giappone è anche un’esperienza culturale quasi travolgente. Sfortunatamente non parlo nemmeno un po’ di giapponese, così non posso nemmeno iniziare a scalfire la superficie di questa ricca cultura. Ma anche senza capire molto, è affascinante: è impossibile non rimanere commossi dall’ospitalità del Giappone o affascinati dalla sua sofisticata cucina, con la varietà dei suoi ingredienti e pietanze e l’eleganza del servizio e della presentazione. Siete portati ad ammirare la ricerca della perfezione, l’attenzione a ogni minimo dettaglio in tutte le cose. E la dolcezza, gentilezza, disponibilità ad aiutare con cui la gente vi accoglie sono difficili da uguagliare. Un grande grazie ai nostri colleghi della JAXA per averci fatti sentire così benvenuti. Nella foto potete vedere alcuni di loro durante la nostra visita alla sala di controllo di missione SSIPC (Space Station Integration and Promotion Center, centro di integrazione e promozione della stazione spaziale) del JEM.

Ora è il momento di ricominciare l’addestramento qui a Houston! Dopo una mattinata libera per riposarmi dal volo, questo pomeriggio avrò una riunione di aggiornamento sull’addestramento e un incontro per foto e riprese TV.

Foto: ESA/Corvaja

Nota originale in inglese, traduzione italiana a cura di Paolo Amoroso—AstronautiNEWS. Leggi il Diario di bordo di Samantha Cristoforetti e l’introduzione.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=21098.0

Samantha Cristoforetti

Dal 2009 è un’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Il lancio della sua prima missione, in cui trascorrerà circa sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, è previsto per il 24 novembre 2014. È inoltre un ufficiale pilota dell’Aeronautica Militare Italiana con il grado di Capitano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.