Completata l’ultima passeggiata spaziale del 2013

Kotov e Ryazanskiy in azione nell'ultiam EVA del 2013. Credit: NASA/Rick Mastracchio.

I cosmonauti Russi Oleg Kotov e Sergey Ryazanskiy, componenti della Expedition 38 attualmente in orbita sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), hanno effettuato lo scorso venerdì 27 dicembre l’ultima attività extra-veicolare (Extra Vehicular Activity – EVA) del 2013.

La passeggiata spaziale, cominciata alle 13:00 UTC (14:00 ora italiana), si è protratta per 8 ore e 7 minuti diventando la più lunga attività extra-veicolare mai effettuata da cosmonauti Russi (la più lunga EVA mai effettuata in assoluto rimane quella del 11 marzo 2001, la prima eseguita durante la missione Shuttle STS-102, durante la quale gli astronauti Americani Susan Helms e Jim Voss lavorarono nello spazio per 8 ore e 56 minuti).

Kotov e Ryazanskiy, con indosso le tute Orlan previste per le attività extra-veicolari Russe, sono usciti dalla camera d’equilibrio del modulo Russo Pirs della ISS per installare, come parte di un accordo commerciale Canadese, una coppia di foto camere ad alta definizione all’esterno del modulo di servizio Zvezda, progettate per inviare a Terra immagini per l’osservazione del nostro pianeta.

Sfortunatamente qualcosa non è andato per il verso giusto perché i tecnici della base di controllo Russa non sono riusciti ad ottenere la connessione con una delle due foto camere, costringendo i due cosmonauti a doverle smontare ed a riportarle all’interno della Stazione Spaziale Internazionale per successive ulteriori analisi.

Kotov e Ryazanskiy rimuovono le fotocamere  ad alta definizione. Credit: NASATV.

Kotov e Ryazanskiy rimuovono una fotocamera ad alta definizione. Credit: NASATV.

Come successivo compito, i due cosmonauti Russi si sono occupati della rimozione e dell’espulsione del modulo dell’esperimento Vsplesk, installato all’esterno della ISS durante una EVA da parte dell’equipaggio della Expedition 17 nel luglio del 2008.

Questo esperimento aveva lo scopo di rilevare il flusso di particelle ad alta energia sprigionate nell’ambiente Terrestre a seguito di eventi sismici.

L’esperimento smantellato verrà rimpiazzato da un più sofisticato sensore, il modulo Seismoprognoz, il cui hardware per l’installazione è stato montato da Kotov e Ryazanskiy al posto di quello di Vsplesk.

La terza attività in programma per l’EVA dei cosmonauti Russi, l’espulsione del supporto che tratteneva tre unità dell’esperimento Giapponese Micro-Particles Capturer and Space Environment Exposure Device (MPAC & SEED) e la successiva installazione di un braccio per carichi utili, non è stata completata a causa del prolungarsi della attività di smontaggio delle foto camere ad alta definizione.

Si è trattato della 177-esima passeggiata spaziale effettuata per la costruzione o la manutenzione della Stazione Spaziale Internazionale, la 11-esima del 2013 e la terza nel giro di una settimana dopo le due effettuate gli scorsi 21 e 24 dicembre dagli astronauti Americani Mike Hopkins e Rick Mastracchio per la sostituzione di una pompa dell’impianto di raffreddamento della ISS andata in avaria.

Dal canale YouTube della NASA, un video riassuntivo dell’EVA del 27 dicembre 2013.

Fonte: NASA.

Giuseppe Corleo

Ingegnere meccanico per corso di studi, informatico in ambito bancario per professione, appassionato di tutto ciò che riguarda astronomia, astronautica, meccanica, fisica e matematica. Articolista del sito Astronautinews.it dal 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.