ISS Weekly Status Report – 16.2013

Dettaglio della foto ISS028-E-005671 che mostra ATV attraccato alla ISS - Credit: NASA/Spacemonkey

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

 

10 ottobre

Body Measures
L’ingegnere di Volo (FE-3) Hopkins, con l’assistenza di (FE-6) Nyberg, ha predisposto le telecamere e la strumentazione prevista per raccogliere foto e misure delle dimensioni del proprio corpo.
E’ ormai noto che in orbita il fisico degli astronauti subisce variazioni nelle dimensioni indotte dal vivere in ambienti in microgravità. L’obiettivo di questo studio è raccogliere dati per meglio comprendere l’entità e la variabilità di questi cambiamenti. Questo studio è importante per poter predeterminare i cambiamenti che possono verificarsi durante il volo spaziale in missioni di lunga durata e per essere in grado di gestire le variazioni all’abbigliamento, alle postazioni di lavoro, etc.

Ocular Health (OH) Fundoscope
(FE-5) Parmitano e (FE-6) Nyberg hanno proseguito la loro serie di tre giorni di attività svolte a sostegno dell’indagine relativa al benessere oculare.
Questa serie completerà la loro sessione di indagine essendo ormai giunti al traguardo denominato Return-minus-30-day, mancando ormai meno di 30 giorni al loro ritorno sulla Terra.
Alternandosi tra il ruolo di Crew Medical Officer (CMO) e soggetto sottoposto ad analisi, Parmitano e Nyberg hanno completato una prova di visione con il supporto medico degli specialisti a Terra, sessione che ieri era stata rinviata a causa di un problema legato al laptop in uso per questi esami.
Successivamente hanno completato gli esami della sessione Fundoscope dopo la somministrazione di gocce per la dilatazione delle pupille.
Questa serie di esami si propone di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici utili a caratterizzare il rischio di disabilità visive indotto dalla microgravità sui membri dell’equipaggio assegnati a missioni di 6 mesi sulla ISS.
I dati raccolti saranno confrontati con i requisiti e le prove eseguite durante gli esami medici annuali, a cui vengono sottoposti tutti gli astronauti, per valutare più accuratamente i cambiamenti che si verificano nei sistemi visivi, vascolare e nervoso centrale in caso di esposizione alla microgravità.

Reconfiguration of the Combustion Integrated Rack (CIR) for the Multi-user Droplet Combustion Apparatus (MDCA) Flame Extinguishment (FLEX) Experiment
(FE-5) Parmitano ha sostituito l’MDCA Igniter Tip per supportare l’esecuzione dell’esperimento FLEX.
FLEX-2 è il secondo esperimento che verrà eseguito sulla ISS che prevede l’utilizzo di piccole goccioline di combustibile utilizzate per studiare le caratteristiche della combustione nello spazio. FLEX-2 è l’esperimento che studia le modalità di propagazione del fuoco, come viene bruciato il combustibile, le condizioni di propagazione della fuliggine ed il modo in cui una miscela di combustibili evapora prima di bruciare.
I risultati di questi esperimenti forniranno un’idea di come si comportano gli incendi nello spazio e fornirà importanti informazioni che saranno utili per incrementare l’efficienza del carburante dei motori alimentati a combustibile liquido.

Cygnus Cargo Operations
(FE-6) Nyberg ha proseguito le operazioni di carico stivando su Cygnus la spazzatura da eliminare. Il cargo, il cui distacco dalla ISS è previsto per martedì 22 Ottobre, non è predisposto per riportare il carico a Terra poichè il suo rientro è di tipo distruttivo, ovvero Cygnus si disintegra durante la fase di rientro in atmosfera.

 

11 ottobre

Extravehicular Activity (EVA) Mobility Unit (EMU) Loop Scrub
L’ingegnere di volo (FE-3) Hopkins ha condotto la manutenzione periodica del circuito di raffreddamento dell’Airlock (A/L).
Questa attività ha visto il riempimento del serbatoio dell’acqua delle EMU 3005 e 3010 per compensare quella fuoriuscita durante l’attività di sostituzione della Water Line Vent Tube Assembly (WLVTA).
Inoltre Hopkins ha eseguito ulteriori attività di manutenzione periodica necessarie a soddisfare i requisiti di efficienza delle tute utilizzate nelle attivtà extraveicolari.

Ocular Health (OH) Eye and Cardiac Ultrasounds
Alternandosi tra il ruolo di Crew Medical Officer (CMO) e soggetto sottoposto ad analisi, (FE-5) Parmitano e (FE-7) Nyberg hanno eseguito ecografie oculari e cardiache con la collaborazione di Hopkins in qualità di assistente.
I dati raccolti dalle indagini relative al benessere oculare si propongono di fornire una maggiore comprensione delle cause e degli effetti che l’occhio ed il cervello subiscono dal vivere in ambienti in microgravità.
Il protocollo relativo al benessere oculare si propone di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici per caratterizzare il rischio legato alla microgravità indotta sui membri dell’equipaggio assegnati a missioni di 6 mesi sulla ISS.
I ricercatori ritengono che, misurando sistematicamente i cambiamenti del sistema nervoso visivo, dell’apparato vascolare e del sistema nervoso centrale, si possa sviluppare un database per identificare i meccanismi, sviluppare contromisure, e creare linee guida di pratica clinica.

Fluids Integrated Rack (FIR) Facility Cable Configuration for Constrained Vapor Bubble (CVB)-2 Operations
Hopkins ha riconfigurato i cavi in previsione dell’avvio dell’esperimento FIR CVB. CVB mira a raggiungere una
migliore comprensione della fisica nei processi di evaporazione e condensazione nonché comprendere come questi processi siano influenzati dalla microgravità. Questa indagine prevede l’utilizzo di un microscopio controllato remotamente ed un piccolo generatore di freddo. I risultati di questi esperimenti potrebbero portare allo sviluppo di sistemi di raffreddamento più efficienti nell’ambito della microelettronica utilizzata sulla Terra e nello spazio.

ENERGY (Astronaut’s Energy Requirements for Long-Term Space Flight)
Parmitano ha completato la sua sessione di 10 giorni dell’esperimento ENERGY dell’ESA. Ha mangiato i cibi di una dieta predefinita, annotato tutti i cibi e le bevande consumate e misurato il suo apporto e produzione di liquidi e solidi.
Tutti gli astronauti evidenziano una diminuzione di massa corporea durante il volo spaziale che può essere spiegata da uno squilibrio di bilancio energetico.
Tuttavia non vi è al momento alcuna spiegazione chiara per questo squilibrio. Due sono le ipotesi che possono essere considerate: la riduzione degli input energetici (cattiva alimentazione), un aumento della spesa energetica.
La conoscenza del fabbisogno energetico durante i voli spaziali è molto importante per garantire la salute, le prestazioni e il successo complessivo della missione, ma anche per garantire un’adeguata ripartizione del carico ed un uso non eccessivo di cibo.
Questo esperimento determinerà per la prima volta adattamenti dei vari componenti del dispendio energetico totale durante un lungo volo, per caratterizzare e ricavare le equazioni di previsione del fabbisogno energetico degli astronauti.

 

15 ottobre

Investigating the Structure of Paramagnetic Aggregates from Colloidal Emulsions (InSPACE)-3 Experiment
L’ingegnere di volo (FE-5) Parmitano ha condotto la seconda sessione della nuova serie di 12 dell’esperimento InSPACE-3.
Questa nuova serie di esperimenti utilizzerà le stesse impostazioni parametriche della precedente ma con un aumento della durata nell’esecuzione della singola sessione che da 2 ore verrà portata a 4,5/6 ore. Questa nuova serie permetterà una più accurata indagine sui fenomeni di aggregazione osservati verso la fine di alcuni esperimenti della serie precedente.
InSpace-3 raccoglie e registra i dati sui fluidi contenenti particelle a forma di ellissoide che modificano le proprie proprietà fisiche in risposta ai campi magnetici a cui sono sottoposti.
Questa tecnologia si ripromette di migliorare la capacità di progettazione delle strutture, come ad esempio ponti ed edifici,
per sopportare meglio le forze sismiche ed in generale per migliorare la progettazione delle strutture.

Fluids Integrated Rack (FIR) Facility Cable Configuration for Constrained Vapor Bubble (CVB)-2 Operations
(FE-3) Hopkins ha proseguito la riconfigurazione del FIR per le imminenti operazioni CVB. CVB mira a raggiungere una migliore comprensione della fisica nei processi di evaporazione e condensazione nonché comprendere come questi processi siano influenzati dalla microgravità. Questa indagine prevede l’utilizzo di un microscopio controllato remotamente ed un piccolo generatore di freddo. I risultati di questi esperimenti potrebbero portare allo sviluppo di sistemi di raffreddamento più efficienti nell’ambito della microelettronica utilizzata sulla Terra e nello spazio.

eValuatIon And monitoring of microBiofiLms insidE the ISS (VIABLE) Experiment
Parmitano ha ripassato le procedure relative all’esperimento denominato VIABLE dopodiché ha toccato con il palmo della mano i materiali sperimentali situati sul top cover di 4 sacchetti. Successivamente ha soffiato sui materiali sperimentali ed ha fotografato i sacchetti. Queste attività sono eseguite a intervalli di 6 mesi. La ricerca VIABLE analizza la formazione e lo sviluppo del biofilm microbico che si forma e deposita sui materiali metallici e tessili.
I biofilm microbici sono noti come causa di danni e contaminazione già dai tempi della stazione spaziale Mir. Il potenziale di applicazione di nuove metodologie e di nuovi prodotti per il trattamento di materiali spaziali può portare ad un miglioramento della qualità ambientale degli habitat umani nello spazio e sulla Terra.

Columbus Smoke Detector Maintenance
Come parte delle attività di manutenzione ordinaria, Parmitano ha controllato e pulito i Columbus Cabin Smoke Detectors #1 e #2 utilizzando l’Intravehicular Activity (IVA) Connector Cleaning Tool ed il Vacuum Cleaner Assembly.

Vozdukh Performance Test
Il sistema Vozdukh è stato attivato ieri in Manual Mode 6 per determinare la sua performance effettiva in preparazione del periodo in cui l’equipaggio della ISS sarà composto da 9 astronauti. Vozdukh rimarrà in questa configurazione fino a venerdì. Durante questo test entrambi i connettori per la rimozione del biossido di carbonio – Carbon Dioxide Removal Assemblies (CDRAs) – rimarranno in standby. Il CDRA del Node 3 verrà attivato solo in caso si rendesse necessario mantenere i livelli di CO2 entro i limiti di sicurezza.

 

16 ottobre

Ocular Health (OH) Optical Coherence Tomography (OCT)
Gli ingegneri di volo (FE-6) Nyberg e (FE-3) Hopkins hanno impostato l’Infrared hardware (IR) utilizzato durante le attività extraveicolari (EVA) e successivamente, alternandosi tra il ruolo di Crew Medical Officer (CMO) e soggetto sottoposto ad analisi, hanno eseguito l’OCT Functional Checkout in collaborazione con gli esperti a Terra. Il test di ottobre sarà utilizzato per determinare se il non modificato dispositivo, normalmente disponibile in commercio, può operare efficacemente sulla ISS.

Blood Pressure Regulation (BP Reg) Experiment
(FE-5) Parmitano ha ripassato le procedure e predisposto l’hardware per l’esperimento coordinato dalla Canadian Space Agency relativo alle rilevazioni della pressione sanguigna (Blood Pressure). BP Reg verifica l’efficacia di una manipolazione in volo della pressione arteriosa.
Il volo spaziale ed il vivere in microgravità influiscono negativamente sulla regolarità della pressione arteriosa anche quando l’astronauta è tornato sulla Terra.
Questo esperimento ha potenziali applicazioni per tutta la popolazione in generale, dove capogiri e svenimenti sono i principali problemi di salute che rappresentano il 1-3 % delle visite al pronto soccorso di un ospedale. Questi problemi diventano particolarmente importanti per le persone anziane, in cui la cadute sono un importante fattore di rischio di fratture ossee. Una migliore comprensione dei meccanismi responsabili dello svenimento potrebbe ridurre il rischio di lesioni.

Reconfiguration of Combustion Integrated Rack (CIR) Imaging for Observation of Cool Flame Phenomena
Hopkins ha ripristinato la funzionalità di imaging di CIR sostituendo un filtro del CIR Optics Bench. Questa modifica consentirà la visualizzazione del fenomeno di fiamma fredda durante la combustione di alcune goccioline di combustibile nella prossima sessione dell’esperimento Multi-user Droplet Combustion Apparatus (MDCA) Flame Extinguishment (FLEX).
Le applicazioni di questa indagine avranno sviluppi nei processi di combustione a bassa temperatura nei motori, sullo sviluppo di carburanti e di nuovi bruciatori nonché miglioramenti in materia di sicurezza antincendio nei veicoli spaziali.

Sound Level Meter (SLM) Operations
Parmitano ha eseguito rilevazioni del livello acustico nelle aree abitabili della ISS. I dati sono poi stati trasferiti allo Station Support Computer (SSC) per il downlink a Terra.

 

17 ottobre

Cygnus Onboard Training Sessions
Gli ingegneri di volo (FE-5) Parmitano e (FE-6) Nyberg hanno partecipato ad alcune sessioni OBT di addestramento per acquisire competenze sulle procedure e sulle interfacce per il monitoraggio e la conduzione del cargo Cygnus.
Il distacco di Cygnus dalla ISS è previsto per le ore 05:00 CDT di martedì 22 Ottobre.

Spinal Ultrasound Scan Operations
Nyberg ha effettuato la terza delle tre sessioni di ecografia spinale eseguite durante la sua permanenza a bordo della ISS.
Questa ricerca si propone di caratterizzare gli effetti della microgravità sulle alterazioni della colonna vertebrale durante e dopo il volo spaziale. I risultati di questa ricerca forniranno i dati necessari a migliorare il benessere degli equipaggi impegnati in missioni spaziali di lunga durata.

Biolab Microscope Cassette Checkout and Troubleshooting
Parmitano ha eseguito i passi necessari ad identificare la causa principale dei problemi con la cassetta rilevati durante un precedente controllo effettuato al microscopio di Biolab. Le prime indicazioni evidenziano che la risoluzione dei problemi è ora pienamente riuscita. Biolab è una struttura di ricerca multiutente situata nel modulo Columbus dell’ESA che permette agli scienziati di studiare gli effetti della microgravità e delle radiazioni spaziali su organismi unicellulari e pluricellulari, tra cui batteri, insetti, semi e cellule.

Cygnus Cargo Operations
Hopkins e Nyberg hanno concluso il caricamento degli articoli da smaltire. Cygnus porterà con se più di 1305 kg di spazzatura che verranno inceneriti durante il rientro distruttivo che avverrà mercoledì 23 ottobre.

Command and Data Handling (C&DH) 1553 Data Bus Checkout
Gli specialisti a Terra hanno eseguito con successo una verifica ai canali ridondanti di ogni databus 1553 collegato ai Multiplexer/Demultiplexers (MDMs) della ISS.
Come parte di questa verifica, ciascun databus è stato attivato sul canale B per 7,5 ore a garanzia del corretto funzionamento anche nella configurazione di backup. Questo tipo di controllo viene effettuato periodicamente ogni 6 mesi.

Pubblicato da AstronautiNEWS / Associazione ISAA

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.