L’acqua degli astronauti continuerà ad essere “made in Torino”

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.

2 Risposte

  1. Graziella Cherubin ha detto:

    meno male che l’italia qualosa di buono ha!!!!!!!!!!!!!

    • Paolo Amoroso ha detto:

      In campo spaziale l’Italia non ha di buono solo l’acqua. Metà della sezione internazionale della Stazione Spaziale Internazionale è stata costruita nel nostro paese, così come parte dei veicoli automatici di rifornimento ATV, dell’Agenzia Spaziale Europea, e Cygnus, dell’azienda spaziale privata americana Orbital Sciences.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.