Luca afferra il cigno

La capsula Cygnus agganciata al modulo Harmony della ISS. Credit: NASA.

Con una settimana di ritardo rispetto al programma, il veicolo cargo commerciale della Orbital Sciences è arrivato sull’International Space Station. L’equipaggio dell’Expedition 37 ha catturato Cygnus tramite il Canadarm2 quando in Italia erano le 13:00 di quest’oggi Domenica 29 Settembre, ed alle 14:44 ha portato a termine l’operazione di aggancio al nodo Harmony dell’ISS.

La Orbital Sciences Corporation ha inviato a Cygnus una software patch, per risolvere una mancata corrispondenza dei dati di navigazione verificatasi durante la manovra di approccio del 22 Settembre. A seguito di ciò, i managers della NASA avevano optato di attendere fino al lancio e al docking della Soyuz TMA-10M prima di riprendere la manovra di approdo all’ISS.

Nel frattempo la capsula della Orbital ha volato in sicurezza dietro alla Stazione Spaziale ad una distanza di circa 2400 km, mentre i responsabili della missione ed i controllori al suolo hanno svolto i tests sulla patch, pianificando in seguito per quest’oggi, il nuovo tentativo di rendez-vous ed aggancio, che di fatto è incominciato Giovedì 26 con una serie di accensioni dei propulsori di Cygnus.

Mentre Cygnus era in fase di avvicinamento al laboratorio orbitale, i Flight Engineers dell’Expedition 37 Luca Parmitano e Karen Nyberg hanno lavorato in tandem con il Mission Control. Parmitano, appostato nella Cupola ai comandi del braccio robotico della Stazione Canadarm2 ha supervisionato le ultime fasi dell’approccio, mentre Nyberg fungeva da backup di Luca dalla workstation robotica secondaria nel laboratorio Destiny.

Dopo aver terminato la manovra di avvicinamento, raggiungendo quindi uno degli obiettivi della sua missione, Cygnus ha puntato un tracking laser verso un riflettore posto all’esterno del laboratorio giapponese Kibo muovendosi quindi verso il suo punto di cattura posto a 10 metri dalla Stazione completando quindi l’obiettivo finale di questo suo primo volo. A questo punto la capsula della Orbital ha disattivato i propri propulsori ponendosi in modalità “free drift”; di seguito Parmitano ha guidato il Canadarm2 fino ad afferrare Cygnus e poco meno di due ore dopo ha portato a termine la manovra di aggancio con il nodo Harmony.

L’apertura dei portelli fra i due veicoli spaziali avverrà domani Lunedì 30, allora gli astronauti dell’Expedition 37 potranno scaricare i 590 kg di carico, composto da esperimenti studenteschi, cibo e vestiario. Cygnus resterà agganciato all’ISS per 30 giorni.

Il lancio di Cygnus è avvenuto il 18 Settembre con un razzo Antares dalla Wallops Flight Facility della NASA, in Virginia.

 

Fonte: NASA.

Pubblicato da AstronautiNEWS / Associazione ISAA

 

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.