Il Proton-Breeze M lancia con successo i satelliti Yamal-300K e Loutch-5B

Il decollo del Proton-Breeze M/Yamal-300K-Loutch-5B

Un lanciatore Proton dotato di upper stage Breeze M, è decollato lo scorso Venerdì 2 Novembre alle ore 22:04 italiane dal Cosmodromo di Baikonur in Kazakhstan con a bordo un satellite russo per le telecomunicazioni ed un ripetitore per le trasmissioni video, voce e dati per i collegamenti fra il mission control e la sezione russa dell’International Space Station.

Lo riferisce, fra gli altri, Stephen Clark di Spaceflight Now.com. L’upper stage Breeze M è stato rilasciato circa 10 minuti dopo il liftoff ed il suo propulsore è stato attivato per quattro volte prima di sganciare i due satelliti Yamal-300K e Loutch-5B. Yamal-300K, che era posizionato al piano superiore nello stack del doppio payload situato nell’ogiva del vettore, si è separato per primo dal Breeze M; 15 minuti più tardi è toccato al Loutch-5B separarsi dall’upper stage. Il deployment è avvenuto ad una quota orbitale di 35.888 km.

Il Khrunichev State Research and Production Space Center, costruttore del sistema Proton-Breeze M, ha dichiarato il successo del lancio ed anche la Reshetnev Information Satellite Systems Co. costruttice dei due satelliti, ha dichiarato che le strutture meccaniche dei due veicoli si sono dispiegate nello spazio correttamente.

Yamal-300K del peso di 1640 kg, fornirà servizi televisivi e connettività Internet ad alta velocità sul territorio russo e nelle regioni adiacenti per conto della Gazprom Space System di Mosca, una sussidiaria del colosso petrolifero Gazprom; ha un lifetime previsto di 14 anni e verrà seguito a Dicembre di quest’anno dal lancio del Yamal-402 sempre ad opera di un Proton/Breeze M.

Il Loutch-5B, del peso di 1140 kg e con un lifetime di 10 anni, fungerà da ripetitore per le trasmissioni video, voce e dati fra le basi russe al suolo ed il segmento russo dell’International Space Station, nonché gli altri satelliti e vettori russi in volo. Esso è la seconda unità della nuova generazione di satelliti del sistema Loutch, che è la controparte russa del network americano Tracking and Data Relay Satellite System (TDRS) della NASA per i collegamenti fra i veicoli spaziali americani e i centri di controllo di missione. Il Loutch-5A è stato lanciato nel Dicembre 2011.

Quello di Venerdì è stato il nono lancio di un Proton di quest’anno ed il 381esimo della storia di questo ultradecennale vettore russo.

 

Fonte: Spaceflight Now.com

 

Immagine: © Roscosmos

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=18679

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.