Un telescopio privato trasmetterà immagini dalla Luna

L‘International Lunar Observatory Association (ILOA) diretta dall’editore Steve Durst ha in progetto di collocare un osservatorio astronomico sulla Luna per catturare immagini mai viste prima di stelle e galassie da ritrasmettere in supporto al programma Galaxy Forum 21stCentury Education Program.

Il logo della Global demonstrations tenutasi il 23 Luglio 2012 (C) ILOA/Moon Express

Una “Dimostrazione Globale” dello strumento precursore dell’International Lunar Observatory (ILO-X) è stata condotta da ILOA e da Moon Express (team partecipante al Google Lunar X Prize) ed ospitata dal Canada-France-Hawaii Telescope nella notte del 23 Luglio scorso, dalla sommità del Mauna Kea, sulla Grande Isola di Hawaii.

Gli astronomi hawaiiani, quelli statunitensi, canadesi, cinesi, giapponesi ed europei hanno partecipato a questa pionieristica dimostrazione di collaborazione internazionale nell’esplorazione spaziale, attivata tramite il settore spaziale commerciale, accedendo allo strumento con internet e gestendolo come se fosse sulla Luna, catturando le immagini del centro della nostra galassia e degli oggetti dello spazio profondo sia intra che extra galattici.

Secondo l’intento di Steve Durst, l’obiettivo principale dell’International Lunar Observatory è quello di espandere le conoscenze dell’uomo relative alla nostra galassia e al Cosmo, tramite l’osservazione dalla nostra Luna. I risultati scaturiti dalla Dimostrazione Globale sono stati incoraggianti ed i responsabili dell’ILOA sono entusiasti di inviare ILO-X sulla Luna.

A questo proposito ILOA ha annunciato di voler consolidare la propria presenza sull’isola con lo sviluppo di un centro di ricerca / quartier generale internazionale in Waimea agli inizi del 2012.

I preparativi per il volo di ILO-X verso la Luna sono in corso ad opera di Moon Express.

Moon Express ha progettato e costruito l’ILO-X come primo telescopio astronomico sviluppato in maniera indipendente e che funzionerà sulla Luna. Delle dimensioni di una scatola da scarpe, ILO-X impiega tecnologie ottiche e di imaging all’avanguardia per inviare immagini astronomiche stupefacenti e di grande ispirazione.

Come già detto, ILO-X è un precursore del più grande e più potente International Lunar Observatory, che verrà installato permanentemente nel Polo Sud lunare. ILOA e Moon Express stanno istituendo un Joint Venture Agreement per questa missione che attualmente è in fase di pianificazione.

La nebulosa North America distante 1800 anni luce ripresa dal prototipo ILO-X (C) PRNewsFoto/International Lunar Observatory Association.

L’International Lunar Observatory Association (ILOA) è un’impresa interglobale non-profit hawaiiana che ha lo scopo di realizzare e gestire l’International Lunar Observatory. L’ILO permetterà il progresso della conoscenza umana del Cosmo attraverso le osservazioni dalla Luna.

Dal 2008 ILOA sponsorizza inoltre con la sua Space Age Publishing Company, una serie di “Galaxy Forum” internazionali ed il Lunar Commercial Communications Workshop.

Moon Express è una compagnia privata per i trasporti lunari e per i servizi correlati con sede presso il NASA Research Park di Moffett Field, California. Il suo obiettivo è di inviare una serie di veicoli robotici sulla Luna per l’esplorazione continua e per lo sviluppo commerciale focalizzato ai benefici per la Terra. Moon Express ha siglato un accordo di partnership con la NASA per lo sviluppo di un lander lunare.

I fondatori di questa impresa americana credono nel potenziale economico a lungo termine della Luna, al fine di produrre risorse essenziali per il futuro dell’umanità sulla Terra e nello spazio.

Fonti: SpaceRef.com; Wikipedia; ILOA; Google Lunar X Prize; PRNewswire

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=18204

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.