Due nuovi satelliti Galileo sono arrivati in Guyana (aggiornato)

Artist's impression of the Galileo IOV satellite.

Il prossimo satellite del sistema di navigazione europeo Galileo ha raggiunto lo spazioporto europeo in Guyana per iniziare l’ultima fase di preparazione al lancio, al momento programmato per ottobre.

Alloggiato in uno speciale container climatizzato, il satellite ha lasciato gli stabilimenti di  Thales Alenia Space Italy, presso Roma, la sera di lunedì 6 agosto, diretto all’aeroporto di Fiumicino. Qui il satellite è stato imbarcato a bordo di un Antonov 124-100; decollato alle 23:15 CEST ha compiuto la traversata oceanica durante la notte, facendo tappa a Tenerife (03:50 CEST) per il rifornimento di carburante.
L’aereo è atterrato all’aeroporto di Cayenna in Guyana Francese alle 7:55 locali (12:55 CEST) di martedì 7 agosto.
Il satellite è stato accompagnato nel viaggio da quattro persone di TAS, un rappresentante di Astrium, un rappresentante di ESA, insieme ad un gruppo di tecnici specializzati che seguiranno le ultime fasi di preparazione al lancio.
Subito dopo l’arrivo il satellite è stato sposto al Guyana Space Centre.

Il terzo satellite Galileo In-Orbit Validation viene scaricato dall’Antonov 124-100 presso l’aeroporto di Cayenna, nella Guyana Francese, il 7 agosto 2012.

Antonov 124-100.

Il container climatizzato nella stiva dell’Antonov 124-100.

I prossimi satelliti Galileo ‘In-Orbit Validation’ (IOV), il terzo e il quarto rispettivamente, verranno lanciati a bordo di un Soyuz ST-B il prossimo ottobre. Una volta in orbita (MEO) raggiungeranno gli altri due satelliti della costellazione lanciati lo scorso anno.

Il lancio di ottobre sarà essenziale per il programma Galileo, in quanto completerà la costellazione di satelliti necessaria per la fase IOV, permettendo di raggiungere lo stato di operatività base.

Dopo aver raggiunto gli obiettivi della IOV potrà iniziare la fase di preparazione per raggiungere la piena capacità operativa del sistema.

I primi 22 satelliti FOC (Full Operational Capability) sono in costruzione presso  OHB in Germania, responsabile delle piattaforme e dell’ultima parte dell’integrazione dei satelliti, e presso la Surrey Satellite Technology Ltd in UK, responsabile dei payload.

I primi quattro satelliti Galileo IOV sono stati costruiti dal consorzio guidato da EADS Astrium, dove Astrium Germany è stata responsabile della piattaforme, Astrium UK del payload.

Fonte: ESA

AGGIORNAMENTO 21/08/2012

Anche il quarto satellite Galileo è arrivato in Guyana.
Il satellite è arrivato all’aeroporto di Cayenna venerdì 17 agosto a bordo di cargo Ilyushin, proveniente dagli stabilimenti di Thales Alenia Space a Roma.

L’arrivo del Galileo IOV FM4 all’aeroporto di Cayenna il 17 agosto 2012.

 

Le operazioni di scarico dal cargo Ilyushin.

Il satellite, che ha viaggiato all’interno di un container protettivo e climatizzato, è stato subito spostato al Guiana Space Centre dove già si trova il satellite gemello arrivato circa dieci giorni fa.

Fonte: ESA.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=18264

Filippo Magni

Appassionato di spazio, studente di ingegneria aerospaziale presso il Politecnico di Milano. Collabora all'amministrazione del forum come "Operations Officer". Scrive su AstronautiNEWS da maggio 2009.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.