Verso una ISS con sette astronauti

Gli astronauti a bordo della ISS hanno accolto di buon grado la proposta della NASA di espandere l’equipaggio della stazione da sei a sette membri.

I responsabili del programma alla NASA hanno iniziato a discutere dell’argomento pianificando un ipotetico ampliamento dell’equipaggio quando i veicoli spaziali dei contractor privati entreranno in servizio a regime fra qualche anno.

NASA al momento si affida solamente alle Soyuz russe per inviare i propri astronauti sulla Stazione, ma la capsula trasporta solamente tre persone per volta. La versione manned di Dragon, ad esempio, potrebbe trasportare fino a sette astronauti.

Aumentando l’equipaggio a bordo della ISS si amplierebbero notevolmente le opportunità di ricerca, si utilizzerebbero al meglio e in modo più completo tutte le strumentazioni scientifiche a bordo.

L’attuazione di questa strategia, però, dipende anche dalla decisione del Congresso di aumentare i fondi destinati ai partner commerciali della NASA.
L’agenzia spaziale americana desidererebbe uno stanziamento di 800 milioni di dollari negli anni dal 2014 al 2017 per poter piazzare sul pad di lancio una navicella privata entro la fine del 2017.
Ad oggi gli accordi prevedono uno stanziamento poco superiore alla metà di quanto richiesto.

Naturalmente questa rimane un’ipotesi NASA, manca ancora molto ad un una decisione ufficiale, molte sono le difficoltà logistiche e organizzative; si tratta di decisioni che dovranno essere prese in accordo con gli altri partner internazionali sulla ISS (RKA, ESA, JAXA, CSA…).

Fonte: chron.com.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=17948.new#new

Filippo Magni

Appassionato di spazio, studente di ingegneria aerospaziale presso il Politecnico di Milano. Collabora all'amministrazione del forum come "Operations Officer". Scrive su AstronautiNEWS da maggio 2009.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.