Sta per concludersi la missione dell’astronauta ESA André Kuipers

L’astronauta ESA André Kuipers lascerà la Stazione Spaziale Internazionale il prossimo 1 luglio, a conclusione di una missione durata poco più di sei mesi. L’astronauta olandese sta concludendo gli esperimenti previsti e si sta preparando per la partenza insieme ai suoi compagni delle Expeditions 30 e 31 sulla capsula Soyuz TMA-03M.

Tra gli ultimi esperimenti a conclusione della missione PromISSe c’è Thermolab, eseguito in collaborazione con NASA. L’esperimento ha come obiettivo lo studio della termoregolazione nel corpo umano. Per mantenere stabile la temperatura sulla terra il nostro corpo utilizza il fenomeno fisico della convezione, il quale è regolato dalla gravità che permette ai gas e ai liquidi meno densi di muoversi naturalmente verso l’alto, allontanando quindi il calore in eccesso a contatto con la nostra pelle. In condizioni di microgravità, come sulla ISS, questo non accade e quindi il corpo degli astronauti si adatta per trovare nuovi modi per evitare il surriscaldamento.

I responsabili del progetto Thermolab tengono sotto controllo la temperatura degli astronauti sia sotto sforzo, durante i periodici esercizi, sia a riposo, utilizzando due sensori di temperatura applicati sulla fronte ed un sensore applicato sul petto. Questi sensori sono stati utilizzati per la prima volta nel 2009 durante la missione dell’astronauta ESA Frank De Winne e, successivamente, usati frequentemente durante la missione Mars500.

La tecnica utilizzata per monitorare la temperatura degli astronauti ha molti vantaggi, tra i quali l’essere non invasiva, maggiormente igienica rispetto ai metodi tradizionali e di più semplice utilizzo. Per questo motivo alcuni ospedali hanno mostrato interesse per l’esperimento Thermolab.

André e i suoi due colleghi Oleg Kononenko e Don Pettit atterreranno alle 10:15 CEST di domenica 1 luglio in Kazakistan.

Fonte: ESA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=17890.new#new

Matteo Carpentieri

Appassionato di astronomia e spazio, laureato in una più terrestre Ingegneria Ambientale. Lavora come lecturer (ricercatore) all'Università del Surrey, in Inghilterra. Scrive su AstronautiNews.it dal 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.