SpaceX lancia con successo Dragon verso la Stazione Spaziale Internazionale

Dopo una lunga sequenza di rinvii, ed un primo tentativo interrotto all’ultimo istante la scorsa domenica, finalmente oggi alle 9:44 italiane ha preso il via dal Kennedy Space Center in Florida, USA, la prima missione di un lanciatore privato verso la ISS.
SpaceX ha infatti segnato la storia dell’astronautica lanciando con successo la capsula Dragon, che spinta da un Falcon9 è entrata regolarmente in orbita.

“Voglio congratularmi con SpaceX per il suo lancio di successo, e mi complimento con il team della NASA che ha lavorato al loro fianco perchè accadesse”, ha dichiarato l’amministratore NASA Charles Bolden. “Oggi siamo all’inizio di una nuova era per l’esplorazione, una società privata ha lanciato un veicolo spaziale verso la Stazione Spaziale Internazionale, che tenterà anche di attraccare per la prima volta. E mentre rimane ancora molto lavoro da fare per completare con successo questa missione, siamo certamente off al bene
iniziare. Sotto la guida del presidente Obama, la nazione si sta imbarcando in un ambizioso programma di esplorazione che ci porterà più lontano nel
spazio di quanto abbiamo mai viaggiato prima, e nel contempo contribuirà a creare posti di lavoro ben retribuiti proprio qui negli Stati Uniti d’America”.

La capsula Dragon si sottoporrà ad una serie di procedure di controllo per testare i suoi sistemi, compresa la capacità di rendezvous e agganciamento con la Stazione Spaziale Internazionale. Giovedi ’24 maggio Dragon effettuerà un flyby della stazione spaziale ad una distanza di circa 2 km, per convalidare il funzionamento dei sensori e dei sistemi di volo necessari per una manovra di approccio sicura.

A seguito dell’analisi del flyby da parte della NASA e dei manager SpaceX, la capsula Dragon dovrebbe ricevere l’ok per il definitivo collegamento con la ISS venerdì 25 maggio. Si tratterà della prima volta che un’azienda privata otterrà un tale risultato. L’equipaggio di Expedition 31 a bordo
stazione userà il braccio robotico del complesso orbitante per catturare Dragon e installarlo sul lato inferiore del nodo Harmony. NASA TV inizierà la diretta televisiva e streaming di queste operazioni a partire dalle 8:00 italiane.

“Questo volo rappresenta un traguardo importante, mentre la NASA e SpaceX lavorano per sviluppare la prossima generazione di veicoli spaziali degli Stati Uniti, che serviranno a trasportare esperimenti, carichi utili e forniture per il laboratorio spaziale”, ha detto William Gerstenmaier, amministratore associato della NASA per l’esplorazione umana dello spazio.

SpaceX e Orbital Sciences, che avrà il suo volo di prova entro la fine dell’anno, hanno lavorato nell’ambito del programma COTS della NASA, che
prevede investimenti per stimolare l’industria locale commerciale in America. Una volta che le aziende hanno completato con successo la loro prova
di volo, avrà inizio un servizio regolare di spedizione dei carichi alla ISS.

“La NASA sta lavorando con l’industria privata in modo del tutto nuovo, stimolando l’innovazione tecnologica con l’obbiettivo di mantenere la leadership mondiale degli Stati Uniti nel campo dell’esplorazione dello spazio,” ha dichiarato Philip McAlister, direttore per lo sviluppo commerciale della NASA.

In parallelo alla COTS, la NASA sta incoraggiando l’innovazione e lo sviluppo di nuovi veicoli spaziali e veicoli di lancio da parte di operatori privati per un approccio sicuro, affidabile e conveniente al trasporto degli astronauti in orbita terrestre bassa e verso la Stazione.

La NASA sta anche sviluppando autonomamente il veicolo spaziale Orion e Launch Space System (SLS), cioè una capsula con equipaggio e un razzo “heavy-lift” in grado di fornire un’infrastruttura adatta a sostenere l’esplorazione umana oltre l’orbita terrestre bassa.
Progettati nell’ottica della massima flessibilità e per poter lanciare sia equipaggi che carichi, SLS e Orion consentiranno di espandere la presenza umana oltre l’orbita terrestre e di volgere lo sguardo a nuovi traguardi nel nostro sistema solare.

Per informazioni aggiornate sulla missione di Dragon si può consultare il sito http://www.nasa.gov/spacex

Lo streaming per la diretta web della missione è disponibile sul sito http://www.nasa.gov/ntv

http://www.youtube.com/watch?v=ZHjPMg-Lin8

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=17728.new#new

Marco Zambianchi

Spacecraft Analyst per la missione Gaia presso ESA/ESOC, è fondatore di ForumAstronautico.it, e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.

Potrebbero interessarti anche...