Il Mars Science Laboratory è pronto sulla rampa

Il più avanzato rover che l’uomo abbia mai costruito per essere inviato su un altro pianeta è ora chiuso nel fairing del vettore Atlas V che, con il suo decollo previsto per sabato 26 Novembre in una finestra di lancio che andrà dalle 16.02 alle 17.45 ora italiana, con possibilità di rinvii fino al 18 dicembre, lo immetterà in un orbita parabolica nel suo viaggio verso Marte.

NASA TV trasmetterà l’evento a partire dalle 13.30 ora italiana (www.nasa.gov/ntv oppure www.ustream.tv/nasajpl)

È previsto che il rover Curiosity arrivi sul pianeta rosso nell’agosto 2012 in una zona scelta per condizioni ambientali favorevoli al supporto di vita microbiologica o almeno in grado di preservarne tracce se vi fosse esistita.

Il primo stadio del vettore è aiutato nella spinta da 4 booster a propellente solido (simile a quello utilizzato dai booster dell’ormai abbandonato Space Shuttle) che verranno rilasciati dopo 1 minuto e 52 secondi dal lancio.

Il fairing che rinchiude il Mars Science Laboratory (MSL), posto in testa al vettore, si aprirà come la bocca di un grande coccodrillo circa dopo 3 minuti e 25 secondi dal lancio. Dopo questo evento il primo stadio verrà spento e sganciato per ricadere nell’ oceano Atlantico.

Il secondo stadio, spinto da un motore Centaur, verrà acceso a circa 4 minuti e 38 secondi dal lancio per 7 minuti immettendo il sistema in un orbita di parcheggio ellittica attorno alla terra di apogeo 324km e perigeo 165km. In quest’orbita, se tutti i dati ricevuti dalla telemetria saranno ottimali, vi rimarrà da 14 a 30 minuti, in funzione della data e dell’ora, se il lancio avverrà oggi 26 novembre questo tempo sarà di 21 minuti.

Il motore Centaur,  a questo punto, si avvierà una seconda volta per circa 8 minuti immettendo nell’orbita verso Marte il veicolo spaziale.

MSL si separerà dal vettore  dopo circa 44 minuti dal lancio, ed il secondo stadio Centaur effettuerà la sua ultima manovra per portarsi su di una traiettoria diversa da quella del suo payload ed evitare di colpirlo o di colpire Marte.

Una volta che la nave spaziale partirà da sola nella sua crociera verso Marte inizierà a comunicare con la terra il suo stato di salute. Ci si aspetta di ricevere i primi dati circa 55 minuti dopo il decollo, che verranno valutati nei successivi 30 minuti.

La stazione di terra che riceverà i dati è quella di Camberra in Australia che fa parte della Deep Space Network di NASA.

L’arrivo dell’astronave sul Pianeta Rosso è previsto per il 6 agosto 2012.

La gestione della missione è a cura del Jet Propulsion Laboratory in California (lo stesso che ha gestito e gestisce tuttora i fortunati predecessori Spirit e Opportunity)
Il lancio del vettore è sotto la responsabilità del Launch Services Program della NASA presso il Kennedy Space Center in Florida.
Il vettore Atlas V ed i servizi a lui legati sono forniti dalla United Launch Alliance di Denver.

TIME LINE se il decollo avviene il 26 Novembre:
T 0      26 novembre 2011 ore 16.02 17.45 (tempo di Roma)
T 1’52”   Rilascio dei 4 booster
T 3’25”   Apertura e rilascio del fairing - Spegnimento del primo stadio e separazione
T 4’38”   Accensione secondo stadio Centaur
T 11’      Spegnimento Centaur dopo immissione orbita di parcheggio
T 33’      Accensione secondo stadio Centaur per immissione in orbita di crociera
T 41’      Spegimento secondo stadio Centaur
T 44’      Separazione secondo stadio e sua manovra di cambio orbita
T 55’      Inizio trasmissioni telemetria dalla Mars Science Laboratory
T 1h 25’   Fine analisi dati condizioni di salute inviati a terra

6 agosto 2012 (tempo di Roma) immissione in orbita marziana

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=16721.new#new

Raffaele Montagnoni

Raffaele collabora saltuariamente con AstronautiNews, appassionato da sempre di spazio si ritiene un ing. molto pratico e poco teorico, nella vita reale si occupa di strumenti e metodi di misura industriali.