MagISStra: Mercoledì 30 marzo 2011

Paolo Nepoli ha iniziato il grosso del lavoro di imballaggio del materiale destinato a rientrare con STS-134/ULF6, impegnadosi per oltre tre ore, mentre il successivo blocco di attività è previsto per la prossima settimana. Si tratta di un lungo lavoro in cui la maggior parte del materiale verrà impacchettato all’interno di classiche CTB (Cargo Transfer Bags), ovviamente si tratta di materiale che deve rientrare a Terra integro per analisi ed esami di rito.

Paolo ha continuato con il service al BXF (Boiling eXperiment Facility) nel MSG, per il quale ha sostituito nastri dei registratori analogici e quello della videocamera, resettando i contatori. Paolo ha inoltre completato un riposizionamento del detector TEPC (Tissue Equivalent Proportional Counter) uno dei primari strumenti di misura delle radiazioni a bordo della ISS.
Nespoli si è sottoposto ad un’altra esercitazione di 30 min con la Nikon D2X per la futura manovra RPM da effettuare con lo Shuttle in avvicinamento, e nell’US Airlock, Paolo ha dovuto recuperare da un rack preposto a magazzino una FPU (Fluid Pumping Unit) da stivare a bordo dello Shuttle insieme all’altro materiale, un lavoro tutt’altro che veloce dal momento che ha dovuto farsi largo tra parecchio materiale stipato davanti al rack.

Cady ha raggiunto quindi Paolo nell’Airlock per iniziare a sua volta la preparazione del primo gruppo di batterie per la EVA, iniziare alcune preparazioni alle EMU e ai relativi caschi, flussaggio del circuito dell’acqua delle EMU. La Coleman tra i suoi tasks ha controllato il T2/Colbert, verificando i fissaggi dell’attrezzatura al suo basamento. La scorsa notte il T2 era stato messo in “off” da remoto (è stata riscontrata un’anomalia, una sbruciacchiatura, nella scheda della unità di alimentazione smontata in precedenza, e riportata giù dal Discovery). T2 è stato successivamente riattivato in seguito alla verifica di Cady.

Cady ha avviato la sua quarta sessione di Nutrition, per cui ha raccolto campioni di urina e l’associato campione di sangue, previsto quest’ultimo per domani con Paolo che l’aiuterà in veste di CMO.

Alle 10:25 am EDT, Paolo e la Coleman hanno dato il loro supporto ad un evento ESA, PAO TV che si è tenuto all’European Astronaut Centre in Cologne per discutere la missione ESA Fitness Challenge “Allenati come un astronauta”, con le squadre vincenti arrivate da diversi luoghi europei (ESA e i suoi partner hanno lanciato nel 2010 un nuovo tipo di iniziativa fitness, usando l’esempio degli esploratori dello spazio per promuovere l’attività fisica e un’alimentazione sana per i giovani in tutto il mondo. Train Like an Astronaut è ora “sbarcato” in otto diversi paesi).

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Potrebbero interessarti anche...