MagISStra: mercoledì 12 gennaio 2011

Dopo l'allestimento di SLAMMD avvenuto ieri, Paolo ha calibrato il software e fatto alcune prove con se stesso prima di eseguire la misurazione definitiva della sua massa corporea. Si sono poi alternati Scott e Cady per le rispettive misurazioni. Successivamente in qualità di CMO, Nespoli ha assistito sia Kaleri che Oleg durante il loro periodico controllo cardiologico che rientra nell'esperimento di “studio delle attività bioelettrica del cuore in condizioni di riposo”.
Dmitri ha invece lavorato alla ricerca medica che riguarda la distribuzione dei liquidi all'interno del corpo umano in condizioni di gravità zero.

Nel segmento russo, sono continuati i preparativi per la EVA-27 programmata per il giorno 21 Gennaio, mentre Oleg ha lavorato ai circuiti del cargo Progress 40P ed effettuato lo spurgo del circuito aria del serbatoio, in vista della partenza il prossimo 24/01.

Paolo Nespoli ha portato al termine la manutenzione sul CSA-CP (Compound Specific Analyzer-Combustion Products), sostituendo la sua batteria e calibrando nuovamente lo strumento. CSA-CP è un dispositivo di tipo passivo per il monitoraggio dell'atmosfera e che ha un'ottima sensibilità, in grado di reagire in pochissimo tempo ad un evento di combustione (incendio).
Paolo ha inoltre recuperato due strumenti dalla Soyuz TMA-01M, li ha controllati e calibrati nuovamente. Si tratta di sensori di ossigeno che hanno esaurito la loro data di utilizzo ma che non possono essere rimpiazzati con dei nuovi per il ritardo dei rifornimenti da Terra. Questa piccola “revisione” permetterà di allungare la vita operativa di tali sensori fino all'arrivo di STS-133.

Da parte sua Kaleri ha eseguito il controllo delle condizioni dei sensori di flusso dell'aria che sono disposti in modo strategico nei vari passaggi intermodulari del segmento russo.

Anche oggi, dopo aver installato l'apposita videocamera, Paolo e Cady si sono esercitati con il laptop caricato con il software di simulazione per l'attracco di HTV-2. In questo caso, la lezione era una sorta di presentazione in power point, che rappresentava passo passo le condizioni nominali di aggancio e i comandi da impartire.

Alle 3:05 am EST, Cady Coleman ha effettuato un collegamento radioamatoriale con gli studenti presso la Tsutsujigaoka Minami Elementary School di Akishima – Tokyo.
Alle 5.05 am è stata la volta di Paolo a collegarsi con gli studenti dell'Istituto Comprensivo Marco Polo-Viani di Viareggio (Lucca).
All'1:25 pm, Scott e Cady hanno condotto in teleconferenza con gli specialisti un incontro per discutere l'assemblaggio dei componenti necessari all'attracco fisico di HTV-2 (soprattutto relativamente al cablaggio aggiuntivo, necessario nel caso il cargo giapponese venisse riposizionato al boccaporto Zenith del Nodo-2 per non intralciare l'attracco dello shuttle Discovery).

Reboost ISS: utilizzando i propulsori del cargo Progress 39P verrà effettuata un'accensione di 11 min per innalzare l'orbita della Stazione. Lo scopo è di armonizzare le condizioni di rendezvous sia per HTV-2 che per la missione STS-133.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.