Poche ore al lancio di Paolo Nespoli verso la ISS: il via a MagISStra!

Il conto alla rovescia per l'inizio della missione MagISStra del nostro connazionale Paolo Nespoli va avanti spedito e culminerà nel lancio orbitale di domani, 15 dicembre 2010, alle ore 20:09 CET, dal cosmodromo russo di Baikonur, nella gelata steppa del Kazakhstan. Paolo, astronauta europeo con una missione shuttle, STS-120, al suo attivo, verrà lanciato a bordo della Soyuz TMA-20, in compagnia di Catherine Coleman (NASA) e Dmitri Kondratyev (Roscosmos). Essi prenderanno parte alle Expeditions 26 e 27 abitando e lavorando nell'unico avamposto umano attualmente in orbita, la Stazione Spaziale Internazionale.

L'equipaggio è attualmente in quarantena nelle facilities del cosmodromo russo ed ha ultimato in questi giorni delle simulazioni, oltre che partecipato a delle cerimonie pre-volo, ad esempio piantando un alberello come viene fatto prima di ogni lancio umano Soyuz. Paolo, che ha inaugurato da poche settimane una massiccia presenza sul web attraverso il suo twitter account @Astro_Paolo, ha aggiornato queste ultime fasi di pre-volo pubblicando online diverse immagini e sottoponendo alcuni quiz sulle varie apparecchiature che hanno incontrato in questi ultimi giorni.

Il lanciatore Soyuz, in cui è integrata la TMA-20, è stato trasportato lunedi presso il pad di lancio, il medesimo dal quale il primo cosmonauta della storia, Yuri Gagarin, prese il volo nel 1961. L'equipaggio indosserà le proprie tute spaziali nella serata di mercoledi e entrerà nella Soyuz alcune ore prima del lancio notturno, alle 1:09 ora locale del 16, ovvero alle 20:09 ora italiana del 15 dicembre. 8 minuti dopo saranno in orbita attorno alla Terra, ma solo dopo 2 giorni e mezzo, per risparmiare in manovre ed in propellente, completeranno l'inseguimento della stazione spaziale, agganciandosi venerdi 17 dicembre.

Da quel momento inizierà ufficialmente la missione di Nespoli sulla ISS, chiamata MagISStra, che comprenderà oltre 30 esperimenti scientifici – che spaziano dalla biologia e meccanica dei fluidi fino alle radiazioni ed alle dimostrazioni tecnologiche –  fino alla sua conclusione, a maggio 2011. Durante questi mesi Nespoli ed i suoi colleghi a bordo della stazione gestiranno le attività atte al suo mantenimento in orbita (circa il 50%), mentre il tempo rimanente sarà destinato agli esperimenti (di ESA ma anche NASA, CSA ed altre agenzie) ed alle attività fisiche per contrastare la decalcificazione ossea che avviene in ambiente di microgravità. Parte integrante di questa missione sarà anche un esteso programma di attività divulgative ed educative con le scuole, ad esempio con la piccola serra "Greenhouse in space", ed uno stretto contatto con il web attraverso le piattaforme di Twitter, del canale ESA e di Youtube, rispondendo a domande attraverso foto e video.

Per maggiori informazioni, colleghiamoci al sito www.esa.int/magisstra e seguiamo l'account Twitter @Astro_paolo.
Buon viaggio!