Completato il Service Module di ATV3-Amaldi

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Thales Alenia Space ha annunciato ieri che è stata completata la fase di integrazione dell'ICC (Integrated Cargo Carrier), il modulo di servizio, del terzo ATV che quindi è stato spedito da Torino a Brema dove verrà assemblato con il resto dell'hardware.

ATV3, che su richiesta dell'Agenzia Spaziale Italiana è stato dedicato al fisico nucleare Edoarno Amaldi (1908-1989), verrà lanciato verso la ISS nei primi mesi del 2012 dove, dopo il docking automatico, consegnerà equipaggiamenti scientifici, carburante per la ISS, gas, parti di ricambio, cibo, ossigeno ed acqua per un totale di più di 7 tonnellate.

Oltre al disegno ed alla costruzione dell'ICC, Thales Alenia Space è responsabile del Passive Thermal Protection System; sviluppo e costruzione dei motori che mantengono verso il sole i pannelli solari e sistema di trasferimento della corrente verso i sottosistemi; sviluppo di 4 Power Conditioning Unit (PCU); telemetria, tracking, controllo, comunicazioni che devono operare con i TDRSS (Tracking and Data Relay Satellite System) della NASA sia verso terra che con la ISS durante l'avvicinamento.

Gli stabilimenti di Torino di TAS stanno lavorando a pieno regime infatti già è iniziato il lavoro per ATV4 e 5 che presenteranno alcuni miglioramenti rispetto ai tre predecessori ATV1-Jules Verne, ATV2-Johannes Kepler, che verrà lanciato il prossimo febbraio ed appunto ATV3.
Inoltre, in seguito alla decisione unanime di estendere la vita operativa almeo fino al 2020 della ISS, altri ATV saranno sicuramente necessari per garantirne il rifornimento.

L'ICC costruito da TAS è un cilindro pressurizzato di 4,6m di diametro per 4m di lunghezza con in fronte il sistema di docking e posteriormente un'area non pressurizzata di 0,7m di lunghezza dove ci sono i serbatoi dell'acqua, dell'ossigeno ed il sistema di trasferimento del combustibile verso la ISS.
Sempre nell'ICC sono integrati i sensori per il rendez-vous, le antenne, alcune parti del controllo di assetto in volo e tutti i sitemi riguardanti l'avionica.

Fonte: Thales Alenia Space

Simone Montrasio

Appassionato di astronautica fin da bambino, gli studi ed il lavoro mi hanno tenuto occupato nel settore chimico industriale fino al 2011 quando ho deciso di cambiare completamente vita e dedicarmi alla campagna. Collaboro felicemente con AstronautiNEWS dalla sua fondazione con una pausa sabbatica tra il 2011 ed il 2013.

Potrebbero interessarti anche...