ISS Daily Report – Venerdì 12 Novembre 2010

ISS Daily Report Venerdì 12 Novembre 2010

Wheelock e Shannon hanno condotto la terza sessione dell’esperimento JAXA HAIR (in precedenza portato avanti da Soichi Noguchi e TJ Creamer), e una volta prelevati i campioni sono stati inseriti in MELFI a -80°C.

Dopo il completamento dei lavori sulle tute Orlan-MK, l’attività dry-out di EVA-26 ha avuto inizio alle 2:50 am, con Oleg che ha tolto le condotte aria tra SM PkhO (Service Module Transfer Compartment) e il modulo DC-1, per procedere con la prova. Dopo un ulteriore test di tenuta delle tute, Fyodor e Oleg hanno indossato le sottotute e le bardature biomediche. Una volta conclusi ulteriori controlli orientati al funzionamento dei sensori biomedici e all’apparato delle comunicazione, le attività sono culminate con l’ingresso dei due astronauti all’interno delle Orlan-MK.

Una volta chiuso e sigillato lo zaino posteriore delle Orlan, sono iniziati ulteriori test operativi prima con i sistemi di bordo delle tute e poi con le interfacce di comunicazione esterne. Questa esercitazione preliminare, serve per testare sia gli apparati delle tute, che di tutta l’attrezzatura a bordo della Stazione che si interfaccerà con i due spacewalkers mentre saranno al lavoro, all’esterno. Alle 7:30 am, i due astronauti hanno concluso il dry-out e sono usciti dalle Orlan-MK.
A questo punto si è assisitito al lavoro di ripristino tra SM e DC-1 e alla fase di asciugatura e messa in stand-by delle tute, che saranno usate il prossimo Lunedì 15/11

Kaleri ha quindi lavorato al sistema Istochnik-M, che permette alla ISS di ricevere dati di telemetria durante le delicate fasi di rientro con la separazione dei tre moduli (modulo discesa, modulo orbitale e modulo servizio questi ultimi destinati alla distruzione). In questo modo si ha la possibilità di vedere immediatamente se le operazioni della Soyuz nel corridoio di discesa, si svolgono senza problemi. Il lavoro di Kaleri di oggi aveva lo scopo di minimizzare i disturbi (rumore di fondo) provenienti dall’atmosfera.

Aggiornamento WRM:
lista di riferimento aggiornata, delle acque a bordo. Sono stati quantificati, 123 contenitori CWCs d’acqua per un totale di 2744 Litri per cinque tipi diversi di acqua:
* 28 contenitori CWC di acqua tecnica (per i processi di elettrolisi) per un totale di 1170 Litri, che includono 712 Litri di acqua che contengono batteri Wautersia, 134 Litri in altre tre sacche per uso contingente, e 300 litri in sette da usare per flussaggi filtrati e una sacca per flussaggio.
* acqua potabile ma non in contenitori CWC.
* 84 CWC di acqua trattata con iodio, circa 1548 litri.
* acqua da condensa, 6,5 litri.
* 1 CWC di acqua sporca di recupero dai lavaggio dei circuiti delle EMU per circa 20 litri.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.