ISS Daily Report – Mercoledì 06 Ottobre 2010

ISS Daily Report Mercoledì 06 Ottobre 2010

Yurchikhin dopo l’esperimento notturno dell’altro giorno ha controllato e resettato tutto, ad ogni modo stasera poco prima dello sleeptime verrà nuovamente attivato il sistema per un’altra sessione di tests. Successivamente, Yurchikhin ha completato un’impegnativa IFM (Inflight Maintenance) spesa all’interno di FGB per la sostituzione di una batteria 800A (la numero 4) del sistema di alimentazione del segmento russo. La batteria esaurita verrà stoccata all’interno del cargo 39P.

Wheelock e Shannon hanno invece affrontato una major maintenance (da eseguire ogni sei mesi) all’attrezzatura TVIS. Poi, in Nodo3, si è devuto nuovamente mettere mano a T2/Colbert per spostarlo dalla sua sede, come pure il TOCA (Total Organic Carbon Analyzer)  per fare spazio alle operazioni di installazione del reattore Sabatier.

Soyuz TMA-01M/24S : procedono speditamente i preparativi del lancio da Baikonur previsto per la sera di domani.

La Soyuz TMA-01M è la prima della nuova evoluzione di questi veicoli. L’aspetto esterno e la struttura non sono cambiati, le novità sono tutte nella nuova avionica digitale e ai suoi accessori. Al posto del triplice, ridondante computer Argon-16 dal peso di 70 Kg e usato fin dal 1974, le nuove versioni TMA-M utilizzeranno il nuovo computer TsVM-101 del peso di 8,5 Kg. Inoltre, cinque processori analogici di controllo dei sistemi di volo (ognuno con il suo trasmettitore di telemetria), sono stati sostituiti con una nuova singola unità chiamata Mbit. Tutto ciò permetterà test pre-lancio molto più rapidi. Inoltre, il nuovo TsVM  con i suoi moderni display, permette alla nuova revisione della Soyuz di essere gestita da un solo pilota professionista, invece di due con una buona preparazione di base.
L’aggiornamento pertanto, ha comportato la sostituzione di 36 vecchi dispositivi con nuovi 19 nuovi più performanti, in termini di massa e consumo energetico. Gli aggiornamenti contribuisco a finalizzare lo sviluppo dei futuri veicoli spaziali avanzati di nuova generazione (ACV). I voli di certificazione del nuovo hardware sulle TMA-M serviranno proprio in tal senso.
I flight tests includono i primi due voli verso la Stazione Internazionale, mentre il terzo volo TMA-03M servirà per l’approvazione definitiva. Questo aggiornamento arriva dopo svariati test eseguiti con i cargo Progress.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.