All’Italia la presidenza del CEOS

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Nei giorni 12, 13 e 14 ottobre si è tenuta a Rio de Janeiro la ventiquattresima Riunione Plenaria del CEOS (Committee on Earth Observation Satellites), durante la quale è stata assegnata all’Italia la Presidenza per il 2011. L’ASI, rappresentata dal Presidente Enrico Saggese, prende così il testimone dopo la GISTDA (Geo-Informatics and Space Technology Development Agency), l’agenzia spaziale Thailandese, che aveva presieduto il CEOS nel corso del 2010.

Attualmente, il CEOS è composto da 29 agenzie spaziali, che insieme ad altre 20 organizzazioni nazionali e internazionali partecipano ai programmi e alle attività. Annualmente le agenzie si riuniscono in una sessione plenaria, programmando le attività e il coordinamento per tutto l’anno.

Fondato nel 1984, il CEOS nasce sotto l’egida del G7: un gruppo di esperti di telerilevamento aveva evidenziato la natura multidisciplinare e il valore dell’osservazione satellitare della Terra. Il CEOS è la fusione tra i già esistenti CORSS (Coordination on Ocean Remote Sensing Satellites) e CLOS (and Coordination on Land Observation Satellites) e stabilisce un’ampia cornice per coordinare tutte le missioni di Osservazione della Terra.

Fonte: ASI

  Questo articolo è © 2006-2019 dell'Associazione ISAA - Alcuni diritti riservati.

Discutine con noi su ForumAstronautico.it

Sviluppi e aggiornamenti su questa notizia sono disponibili su ForumAstronautico.it

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.