L’ESA estende il contratto con Thales Alenia per ExoMars

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

L'Agenzia Spaziale Europea ha assegnato una Contract Change Notice a Thales Alenia Space del valore di 98 milioni di euro relativamente alla missione ExoMars con destinazione Marte. Questo ultimo contratto copre la seconda estensione della Fase B2 (B2X2) ed il secondo segmento principale dello sviluppo del programma in vista della fase di produzione.

Una nota diffusa dall'azienda italofrancese spiega che l'estensione del contratto coprirà tutte le attività del programma fino a Marzo 2011, permettendo al team industriale di ExoMars di portare a termine il System PDR (Preliminary Design Review) entro l'autunno 2010. Essa permetterà inoltre la finalizzazione del preliminary design delle due missioni, previste per il 2016 ed il 2018 e dei moduli dei veicoli spaziali per le fasi seguenti di sviluppo e produzione che inizieranno nell'Aprile del 2011. Inoltre, potrà incominciare il detailed design, l'approvvigionamento ed il testing delle unità critiche.

Il Direttore dei Programmi Scientifici di Thales Alenia Space, Vincenzo Giorgio ha precisato che questa CCN oltre ad assicurare la continuità del programma con il rispetto dello scheduling, supporterà anche la continuità del lavoro dei vari subappaltatori aiutando TAS a minimizzare i rischi legati allo sviluppo di questa nuova e complessa missione spaziale.

ExoMArs è una missione congiunta fra NASA ed ESA, ed è la prima missione del programma di esplorazione europeo denominato “Aurora”. Al momento ExoMars prevede due missioni differenti: la prima, prevista per il 2016, studierà l'atmosfera marziana e dimostrerà la fattibilità di diverse tecnologie chiave per le fasi di ingresso nell'atmosfera, discesa, ed atterraggio sul suolo rosso di Marte; vitali per la futura esplorazione umana del Pianeta Rosso. Essa fungerà anche da ripetitore per i dati e le comunicazioni fra la Terra ed i rovers marziani previsti in future missioni. La seconda missione, nel 2018, include un rover europeo in grado di muoversi autonomamente, raccogliendo campioni di suolo fino ad una profondità di due metri analizzandone le proprietà chimiche, fisiche e biologiche.

Thales Alenia Space è il principale appaltatore industriale per il programma ExoMars, ed ha la responsabilità aggiuntiva della progettazione dell'Entry Descent Demonstrator Module (EDM), dello sviluppo dell'Analytical Laboratory Drawer (ALD) che include gli strumenti del Payload Pasteur, la loro integrazione sul Rover, il computer di bordo e il radar altimetro dell'EDM.
Thales Alenia Space France è responsabile per la progettazione e l'integrazione del modulo Orbiter.

Fonte Thalesgroup.com

In allegato il poster ufficiale del Programma ExoMars e una rappresentazione artistica dei due veicoli spaziali. Credits: ESA.

  Copyright Associazione ISAA 2006-2019 - Vedi qui i dettagli della licenza.

Discutine con noi su ForumAstronautico.it

Sviluppi e aggiornamenti su questa notizia sono disponibili su ForumAstronautico.it

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)