ISS Daily Report – Venerdì 25 Giugno 2010

ISS Daily Report Venerdì 25 Giugno 2010

Tracy ha continuato a dedicarsi al troubleshooting su T2 COLBERT che negli esercizi di ieri ha manifestato un certo rumore di “sfregamento”, in seguito si è rivelato essere un’interferenza tra tappeto e alcuni pannelli. E’ stato quindi eseguito un riallineamento.

Kornienko ha fatto manutenzione al SOTR (sistema di controllo termico del circuito chiuso presente in SM) sostituendo il cavo di una delle pompe.

Yurchikhin, Wheelock e Shannon che costituiranno l’equipaggio che eseguirà il riposizionamento della Soyuz TMA-19 (Lunedì 28/06) hanno positivamente portato a termine le tre ore di training che simulava il riposizionamento, più altre situazioni in cui si sono considerati eventuali imprevisti.
Yurchikhin ha compiuto inoltre la verifica della pressurizzazione del sistema propulsivo della Soyuz seguito da 1 min. di accensione dei DPO breaking thursters (non sono stati accesi i propulsori laterali). Come sempre durante queste operazioni la Stazione viene messa in volo libero, nel caso specifico per 25 min, poi il controllo di assetto è tornato sotto USOS (U.S. Orbital Segment).

Skvortsov per circa tere ore ha lavorato in SM, all’equipaggiamento ASN-M Satellite Navigation System, sembra ci sia un problema di alimentazione tra l’antenna e l’unità elettronica del navigatore.

Eclisse di Epsilon Auriga: l’eclisse di questo sistema binario della costellazione di Auriga, che si verifica ogni 27,1 anni ha coinvolto anche la ISS che parteciperà alle osservazioni.
Si tratta di un fenomeno che tormenta gli astronomi da circa 200 anni perchè l’eclisse dura quasi 2 anni, il che significa che gli ordini di grandezza sono giganteschi e per il fatto che durante l’eclisse si verificano delle luminosità temporanee. A oggi non ci sono state spiegazioni soddisfacenti, se non che si possa trattare di una nube di gas molto densa tipo ciambella dal cui foro passa la luminosità che si verifica a circa metà dell’eclisse.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.