ISS Daily Report – Mercoledì 26 Maggio 2010

ISS Daily Report Mercoledì 26 Maggio 2010

STS-132 Atlantis è atterrato senza problemi al KSC alle 8:48 am, dopo una missione di 11 giorni, 18 ore, 29 min e 9 sec, 186 le orbite effettuate. Si è trattato del 132 volo nella storia degli Shuttle, il 32mo per Atlantis e il 34mo supporto della Stazione Spaziale Internazionale (11mo e ultimo volo di supporto per Atlantis).

Kotov & Noguchi hanno speso un paio d’ore all’interno del modulo di discesa della Soyuz TMA-17/21S per eseguire un’esercitazione sulle procedure di separazione e rientro atmosferico, come al solito questo tipo di esercitazione viene fatto con un laptop esterno per evitare assolutamente ogni attivazione dei sistemi di bordo della Soyuz.

Procedono all’interno di US Airlock i lavori per la messa in ordine dei vari dispositivi utilizzati durante le EVA. Tracy ha iniziato uno scrub del circuito di raffreddamento delle EMU per la pulizia, filtrando l’eventuale particolato e ionizzando il tutto. Al termine, ha eseguito un lavaggio di due ore con sostanza biocida per evitare qualsiasi tipo di formazione di biomasse all’interno del circuito.

Alexander ha eseguito il service periodico del payload russo Matryoshka-R verificando la funzionalità e la suite di sensori e strumenti. Questo genere di apparati, Matryoshka appunto, sono stati utilizzati a bordo della Stazione fin dal 2004. Infatti:

Matryoshka1 era stata posizionata all’esterno del modulo SM, con sensori attivi e passivi.
Matryoshka-2A era sta posizionata all’interno di DC1 con sensori passivi.
Matryoshka-2B veniva periodicamente spostata da SM e DC1 con sensori attivi e passivi.
Matryoshka-Kibo in questo suo quarto esperimento è stata spostata nel segmento USOS, in Kibo appunto. Quest’ultima Matryoshka ha un set di sensori completamente nuovo.

Sasha e Oleg hanno continuato nel trasferimento cargo da MRM1 alla ISS e al momento è stato completato per un buon 70%.

Deboost aggiornamento: è stato eseguito con successo il deboost come programmato utilizzando i piccoli midring thrusters della Progress 37P. L’abbassamento dell’altitudine è stato di 1450 metri ed è stato consumato circa 130 Kg di carburante.

MRM2 MPI Failure: il test di ieri ha stabilito che il MPI (Multifunction Indicator Panel) di Poisk, non sarà in grado di inviare nessun segnale di allerta, perlomeno non attraverso il C&W (Caution & Warning). Se necessario l’equipaggio dovrà utilizzare il vicino pannello presente in SM. La cosa preoccupante e che MRM1, appena arrivato, ha esattamente lo stesso tipo di pannello, pertanto verranno iniziati dei test di verifica già dalla prossima settimana.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.