ISS Daily Report – Mercoledì 19 Maggio 2010

ISS Daily Report Mercoledì 19 Maggio 2010

Fligt Day 6 per STS-132 Atlantis.

Le attività di EVA2 sono state completate con successo da Stephen Bowen EV2 e Good EV3 in 7 ore e 9 min, terminando tutti gli obiettivi preposti. I due astronauti hanno iniziato l’attività alle 6:38 am, e l’hanno terminata alle 1:47 pm.

Durante EVA2, Bowen e Good, hanno svolto i seguenti compiti:
* sistemazione di un cavo che era rimasto impigliato al sensore PTU del OBSS (Orbiter Boom Sensor System).
* preparazione dell’area di lavoro sul traliccio P6, per la sostituzione delle batterie.
* rimozione e sostituzione delle quattro batterie sul traliccio P6, con le nuove e posizionamento di quelle esauste sul ICC-VLD2 (Integrated Cargo Carrier – Vertical Light Deployable 2).
* risoluzione dei problemi sul SGANT (antenna per comunicazioni Spazio-Terra) consolidando l’attacco tra le flange e rimuovendo i lacci provvisori della volta precedente.

Operazione di sostituzione della batterie: Bowen e Good hanno sostituito 4 delle 6 batterie sul lato B del traliccio P6 (ognuna delle due ali dei quattro pannelli solari della Stazione sono chiamati A e B), le 6 batterie sul lato A di P6 erano state sostituite lo scorso Luglio 2009 con STS-127. La prima batteria ad essere asportata è stata sistemata temporaneamente in IEA P6 (Integrated Equipment Assembly). Le restanti tre batterie sono stati poi scambiate all’esterno, sostituendo man mano quelle vecchie con le nuove sistemate sul pallet ICC che fluttuava nei pressi attaccato al braccio SSRMS. I

Prima dell’inizio di EVA3, Creamer :
* ha spento l’apparato radio amatoriale per prevenire interferenze di tipo RF.
* ha attivato SVW (Video Streaming Workstations) e SSC1 (Station Support Computer1) per convertire i segnali video russi nel formato americano e quindi poterli scaricare in streaming video.
* inibito CUCU (COTS UHF Communications Unit) in US Lab

Mentre Tracy e Ken davano una mano alla preparazione di EVA2, Garrett Reisman MS1 e Piers Seller MS4
supportavano le operazioni esterne manovrando il braccio robotico SRMS di Atlantis e quello della Stazione SSRMS.

Dopo il termine delle attività di EVA3, Creamer:
* ha fotografato i guantoni delle tute dei due astronauti per le ispezioni di rito.
* ha riconfigurato il C&T (Command & Tracking) allestito in Nodo2 che permettere il passaggio dei segnali video in arrivo dall’Orbiter.

In Nodo3, Tracy si è inoltre occupata del periodico riempimento di WHC, utilizzando uno dei contenitori EDV. Soichi Noguchi, da parte sua ha eseguito tutta una serie di raccolta differenziata di campioni di acqua per le analisi di rito.

Con MRM1 Rassvet collegato permanentemente alla Stazione, Kotov e Skvortsov hanno riservato circa un’ora per “studiare” le procedure di trasferimento del materiale che si trova a bordo del modulo.
Successivamente Oleg e Alexander hanno predisposto l’equipaggiamento di protezione personale, per eseguire il loro primo ingresso in MRM1. Un primo ingresso preliminare verrà eseguito domani, con lo scopo di attivare i depuratori di aria, poi il portellone verrà socchiuso, per l’ingresso ufficiale nel nuovo modulo si attenderà la partenza di Atlantis.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.