STS-132: FD6 EVA-2

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Effettuata ieri la seconda EVA in programma per gli astronauti della missione STS-132 Atlantis.

Per l’effettuazione della stessa è stata la volta di Stephen Bowen e Michael Good, per il primo si è trattata della quinta esperienza, mentre per il secondo si è trattato della terza EVA, la prima sulla ISS.

L’uscita degli spacewalkers dal modulo Quest è iniziata alle 12,38 CEST, in anticipo sul programma.
Il primo impegno è stato quello di sistemate il cavo che Sabato scorso impediva la rutazione del gruppo Pan/Tilt Unit del braccio OBSS, durante la ricognizione fotografica del rivestimento termico di Atlantis.

Si è trattato poi di procedere alla sistemazione dell’antenna SGANT, installata Lunedì, serrando con forza i bulloni di bloccaggio e liberando l’antenna dai fermi, per cui ore è libera di ruotare e di funzionare.

Il compito principale è stato poi di sostituire una serie di batterie installate sulla capriata P6 della stazione spaziale.
Il lavoro di sostituzione non ha comportato problemi, sono state rimpazzate tre delle sei batterie che Atlantis aveva portato con sè, montate sul pallet ICC-VLD.

Le altre tre verranno sostituite domani durante la terza EVA.
Le vecchie batterie vengono montate dul pallet che verrà riporato a terra dallo space shuttle.

L’ EVA di ieri è terminata alle 19,47 CEST, con una durata di sette ore e nove minuti, si è trattato della 145° EVA del programma ISS.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.